Menu

Assicurazioni 2015

Le tariffe e i relativi moduli sono disponibili alla voce Office/Assicurazioni 2015.

Istruzioni

Home

Articoli

Comunicati Stampa

Fine settimana tra parapendio e deltaplani al Monterosso Meeting in Liguria

Dal 28 febbraio al 1 marzo, meteo permettendo, Monterosso al Mare, la splendida cittadina delle Cinque Terre (La Spezia), ospiterà l’ennesima edizione del tradizionale meeting di parapendio e deltaplani.
Organizzato da alcune associazioni di volo libero, non si tratterà di un evento competitivo, bensì di un fine settimana d’aggregazione e d’incontro tra gli appassionati di questa entusiasmante attività per il tempo libero. Il programma prevede una prova di precisione in atterraggio, voli in maschera ed il concorso fotografico “Il mondo visto d’alto”, cioè immagini scattate dai piloti durante il volo. Gli obiettivi privilegeranno come soggetto il convento dei frati Cappuccini sul lungomare, centro organizzativo del raduno. Premi per chi atterrando centrerà il bersaglio, alle maschere più originali ed alle migliori foto del concorso.

Il decollo dei piloti avverrà dal pendio esposto verso sud-ovest a 560 metri d’altitudine sopra il paese, a poco più di due chilometri dall’atterraggio cosiddetto del Gigante per via della statua posta sotto la villa che si trova alla fine della spiaggia stessa, atterraggio questo preferito dai parapendio. I deltaplani, invece, di norma preferiscono toccare terra lungo la spiaggia sotto la stazione ferroviaria.

Nel frattempo il Fondo Ambiente Italiano (FAI) ha proclamato la classifica del censimento “I luoghi del cuore” 2014, vincitore con ben 110.341 voti il convento dei frati Cappuccini di Monterosso. E’ una gran notizia dopo la calamità che nel 2011 portò morte e distruzione nelle Cinque Terre ed in tutta la Liguria, seguita, nella notte del 21 marzo 2013, dal crollo dello storico muraglione del convento, ingenti i danni.
Oggi questo luogo viene riconosciuto come monumento prezioso grazie alla campagna del censimento FAI, un successo al quale i piloti di volo libero hanno dato una bella mano insieme a personalità come la cantante Donatella Rettore, l’attore, comico e cantautore spezzino Dario Vergassola, il politico Maurizio Belpietro, ed il sacerdote impegnato per il carcere minorile Beccaria di Milano don Gino Rigoldi.

Gustavo Vitali
Ufficio Stampa FIVL (ASC – CONI) – il volo in deltaplano e parapendio
http://www.fivl.it - 335 5852431 - skype: gustavo.vitali
vitali.stampa (AT) fivl.it

Foto
http://www.gustavovitali.it/pagine/comfivl/monte-rosso-20-02-15.html

per informazioni sul MEETING MONTEROSSO (SP) contattare
Luigi Vigorito – formulavolo (AT) libero.it – 339 8408583
facebook: https://www.facebook.com/groups/765984613490070/

La friulana Nicole Fedele terza ai mondiali di parapendio in Colombia

La quattordicesima edizione dei campionati del mondo di parapendio si è conclusa a Roldanillo in Colombia, cittadina affacciata sulla Valle del Cauca.
Delle dodici giornate di gara previste ne sono state cancellate solo due, segno che sito e periodo scelti dalla Federazione Aeronautica Internazionale hanno agevolato parecchio lo svolgimento della competizione. Tre task oltre i cento chilometri di percorso, la più lunga l’ultimo giorno, 122,3 km, una vera maratona per i 148 piloti che hanno rappresentato 38 nazioni. Le gare di volo libero, vale a dire senza motore, in parapendio o deltaplano, funzionano un po’ come le regate veliche: i piloti decollano per raggiungere ed aggirare punti salienti del territorio, detti “boe”, scelti dagli organizzatori secondo le condizioni meteo del momento, fino all’atterraggio ufficiale. Vince chi impiega minor tempo.
Aggrappate al parapendio di Nicole Fedele le speranze dell’Italia: la campionessa di Gemona del Friuli non le ha deluse, conquistando per la seconda volta in carriera il bronzo alle spalle della francese Seiko Fukuoka Naville e della giapponese Keiko Hiraki. Nicole ha vinto in passato la coppa del mondo, gli europei e stabilito il record mondiale femminile di distanza libera, 381 km.
Il mondiale sudamericano è stato in genere dominato dai piloti del vecchio continenente, tanto che bisogna scendere fino al nono posto della classifica a squadre per trovare il Venezuela, miglior team d'America. La vittoria è andata alla Germania, seguita da Slovenia e Spagna, due sorprese che hanno messo in riga squadre ben più favorite dai pronostici.
L’Italia come squadra, rappresentata, oltre che da Nicole Fedele, dal torinese Davide Cassetta, dai trentini Luca Donini e Aaron Durogati, dagli altoatesini Franz Erlacher, Peter Gebhard, Joachim Oberhauser e dal CT Alberto Castagna di Cologno Monzese, è giunta mestamente solo al settimo posto, un risultato deludente per piloti capaci in altre occasioni di migliori risultati, come l’argento del 2013.
La classifica individuale maschile laurea nuovo campione del mondo il francese Honoris Hamard, davanti a Michael Maurer (Svizzera) e Torsten Siegel (Germania). Migliore tra gli azzurri Joachim Oberhauser al nono posto. Buone le prestazioni di Luca Donini ed Aaron Durogati che in un paio di prove sono giunti due volte secondi e due volte terzi. Durogati nel 2013 vinse la coppa del mondo e Donini fu secondo ai mondiali del 2011.

Gustavo Vitali
Ufficio Stampa FIVL (ASC – CONI) – il volo in deltaplano e parapendio
vitali.stampa (AT) fivl.it - 335 5852431 - skype: gustavo.vitali

Per ulteriori informazioni sui MONDIALI di parapendio contattare 
Alberto Castagna – castagna (AT) telemako.it – 348 7375753 - sito ufficiale

Volare in due in parapendio e deltaplano

Per provare una tantum l’emozione di un volo in parapendio e deltaplano non serve conseguire un attestato, obbligatorio per legge solo quando si intende praticare il volo libero da solisti.

In tal caso è necessario frequentare un corso presso una scuola certificata, con istruttori abilitati e superare un esame pratico e teorico, un po’ come si fa per la patente auto. Fortemente sconsigliate pratiche fai da te od affidarsi ai suggerimenti di qualche presunto esperto.

Invece, chi vuole staccare i piedi da terra giusto per capire cosa si prova a volare (non ci sono parole per descrivere l’emozione!) prima di decidere se la vita in mezzo ai volatili fa per lui, può orientarsi verso un volo cosiddetto “biposto”. Ci si affida ad una scuola e ad un istruttore abilitato a condurre una vela costruita appositamente per reggere il peso di pilota e passeggero. Quest’ultimo viene istruito brevemente prima del volo sulle fasi di decollo ed atterraggio. Niente di extraterrestre: è il pilota che conduce il mezzo, mentre il passeggero deve semplicemente aiutare l’involo con una breve corsa in decollo. In cielo ci sono istruttori che passano i comandi al passeggero per fargli toccare con mano quanto sia facile volare, ovviamente tenendo gli occhi bene aperti.

Tutto ciò comporta un’istruzione al quale il pilota deve sottoporsi. Infatti l’attestato per volare in biposto necessita di un ulteriore corso ed esame, così come non ci si improvvisa istruttori, ma si deve frequentare apposite selezioni.

Per il 15 e 16 novembre a Borso del Grappa (Treviso), presso l’Albergo Ristorante Garden Relais, l’Aero Club Montegrappa ha organizzato uno stage per piloti di parapendio e deltaplano biposo, o aspiranti tali. Si tratta di un incontro-confronto indispensabile per chi pratica o vuole praticare questa specialità, durante il quale si affronteranno argomenti fondamentali per la sicurezza del volo in due.

C’è una parte tecnica su come volare in biposto in totale sicurezza, ma si parlerà anche di preparazione mentale e di self controlling, di relazione e comportamenti con il passeggero, di omologazioni e materiali di ultima generazione, di come fotografare in volo e del volo con disabili e mezzi speciali. Il tutto sarà illustrato dai migliori professionisti del settore presenti in Italia che, grazie al cielo (è proprio il caso di dirlo!), non ci mancano.

Gustavo Vitali

Ufficio Stampa FIVL (ASC – CONI) – il volo in deltaplano e parapendio

http://www.fivl.it - 335 5852431

Foto

http://www.gustavovitali.it/pagine/comfivl/borso-bipo-06-11-14.html

Per ulteriori informazioni

Alessandro Olin – info (AT) aeroclubmontegrappa.it – 333 6648808

Sito ufficiale: http://www.aeroclubmontegrappa.it/

Italia pronta al via ai campionati del mondo di parapendio in Colombia

Con una sfilata alla quale hanno assistito circa diecimila persone, si è aperta la quattordicesima edizione dei campionati del mondo di parapendio a Roldanillo in Colombia.

Partecipano 150 piloti in rappresentanza di 49 nazioni. Il team azzurro è formato da Nicole Fedele, campionessa di Gemona del Friuli, dal torinese Davide Cassetta, dai trentini Luca Donini e Aaron Durogati, dagli altoatesini Franz Erlacher, Peter Gebhard, Joachim Oberhauser e dallo storico CT Alberto Castagna di Monza. 

Roldanillo si trova a 966 metri d'altitudine affacciata sulla parte ovest della fertile Valle del Cauca, dal nome del fiume omonimo che la percorre, ed ai piedi della Cordigliera Occidentale. La scelta di questa cittadina come sede dei campionati è stata fatta sulla scorta dei risultati di passate competizioni che hanno dimostrato come questo sito offra favorevoli condizioni aerologiche per il volo libero in deltaplano e parapendio, condizioni che diventano ideali nel mese di gennaio. In recenti occasioni è stato possibile assegnare percorsi di gara fino a 120 km effettuati con vele altamente perforanti in grado di sfiorare i 70 km/ora. Unico "motore", quello ecologico delle correnti d'aria ascensionali che scaturiscono dall'irraggiamento solare del suolo.

Il decollo dei piloti avverrà da un vasto pendio posto a 1.900 metri in località Los Tanques. Da qui essi dovranno raggiungere ed aggirare punti salienti del territorio, detti "boe", scelti dagli organizzatori secondo le condizioni meteo del momento, fino all'atterraggio ufficiale. La corretta esecuzione del percorso di gara è confermata dal GPS che ogni pilota ha in dotazione. Dai dati registrati da ciascun apparecchio e scaricati in un computer si evince la classifica che premia chi ha impiegato minor tempo. 

La somma dei punteggi ottenuti in ciascun giorno di gara stabilirà le classifiche finali maschile, femminile e per nazioni. La Federazione Aeronautica Internazionale (FAI) organizzatrice dell'evento proclamerà i vincitori il 25 gennaio, data di chiusura dei mondiali.

Gustavo Vitali

Ufficio Stampa FIVL (ASC - CONI) - il volo in deltaplano e parapendio

http://www.fivl.it - 335 5852431 - skype: gustavo.vitali

Foto

http://www.gustavovitali.it/pagine/comfivl/colombia-13-01-15.html

Per ulteriori informazioni sui MONDIALI di parapendio contattare 

Alberto Castagna - castagna (AT) telemako.it - 348 7375753

Sito ufficiale: https://airtribune.com/worlds2015/info

 

Fiera del volo in parapendio e deltaplano in Val di Fassa (Trento)

Dal 25 al 28 settembre la Val di Fassa ospiterà la fiera del volo, denominata Fassa Sky Expo, esattamente in località Ischia a Campitello di Fassa (Trento).
L'evento nasce per iniziativa dell'associazione Icarus Flying Team, una compagine di piloti praticanti il volo libero in deltaplano e parapendio. Per "libero" s'intende il volo senza motore, sulle ali del vento, un'attività molto diffusa sulle vette e nelle valli delle Dolomiti, tra scenari spettacolari.
L'esposizione sarà ospitata nel vasto spazio ai piedi del Col Rodella (2360 metri), di fianco alla stazione della funivia che in cinque minuti porta in vetta circa 120 passeggeri per volta. Hanno già confermato la presenza i principali marchi di settore, dai produttori di parapendio e deltaplani, a quelli di strumentazione tecnica in uso ai piloti. Gli appassionati in visita alla fiera potranno provare i nuovi mezzi, salendo in funivia fino al decollo vicino al rifugio Des Alpes e atterrando nella zona dell'esposizione. Quindi, meteo permettendo, il cielo sopra Campitello sarà affollato di parapendio in volo, uno spettacolo di colori e d'emozioni che non mancherà di attrarre l'attenzione del pubblico. Nelle migliori giornate autunnali in questa zona si può volare fino a 4000 metri di quota, grazie alle masse d'aria ascensionali scaturite dall'irraggiamento solare del suolo, il vero motore ecologico del volo in parapendio e deltaplano con energia a costo zero.
Il programma prevede interventi di personaggi di rilevanza nel settore del volo libero durante e dopo gli orari di apertura della fiera, a partire dal pluricampione trentino Jimmy Pacher e dall'altoatesino Aaron Durogati che nel 2012 vinse la coppa del mondo di parapendio. I piloti del Nucleo elicotteri della Provincia autonoma di Trento presenteranno "For your Fun and Safety", una campagna di sicurezza dedicata a chi pratica la montagna e non solo per volare. Si terminerà la domenica con la premiazione del campionato XcTrentino.

Gustavo Vitali
Ufficio Stampa FIVL (ASC – CONI) – il volo in deltaplano e parapendio
http://www.fivl.it - 335 5852431

Foto
http://www.gustavovitali.it/pagine/comfivl/fassa-16-09-14.html

Per ulteriori informazioni sulla Fassa Sky Expo contattare
Roberto e Gabriele - 347 292 7083 – icarus.flying.team (AT) gmail.com
Sito ufficiale: http://www.icarusfassa.com/

Go to top