Mondiali deltaplano, task 1: Italia incontenibile

delta mondo 2019 podio task 1Prima task di questo XXII Mondiale di deltaplano in terra friulana, con decollo

deciso nel briefing dei team leader mattutino dal Monte Valinis a Meduno, in provincia di Pordenone.

A farla da padrone il meteo, piuttosto incerto: le nuvole alla partenza hanno suggerito alla direzione gara una task di circa 87 km sviluppatasi tra Meduno, Aviano, Gemona del Friuli con atterraggio nel campo volo principale, quello di Bordano (Udine). Da sottolineare come sia stata assolutamente azzeccata la “finestra meteo”, perché da possibili condizioni difficili la gara si è invece trasformata in una sfida contro il tempo ad alta velocità, portando i primi ad atterrare in meno di un’ora e mezza (1h 29’), con un gap dal decimo di meno di dieci minuti.

La finestra di partenza si è aperta verso le 13.15, con partenza alle 14.30: la velocità come accennato è stata da subito sostenuta, con i primi arrivi nella “città delle farfalle” a partire già dalle 16.
La Nazionale Italiana, campione del mondo a squadre uscente, ha da subito impostato il ritmo giusto, dimostrando una profonda conoscenza del territorio e lasciandosi alle spalle anche la Repubblica Ceca, team che in Brasile aveva dato filo da torcere ai ragazzi di Flavio Tebaldi sino al termine. Il friulano Suan Selenati ha infatti staccato subito tutti sulla prima boa tra Aviano e Caneva; dovendo riprendere quota, il gruppo si è poi ricompattato ma in seguito gli azzurri sono riusciti a scavare un solco con gli avversari: solo i fortissimi Manfred Ruhmer in rappresentanza dell’Austria, il brasiliano Glauco Pinto e lo svizzero Peter Neuenschwander (terzo allo Spring Meeting 2019) sono riusciti a cercare di arginare lo strapotere italiano, dovendo però cedere le prime posizioni.

La gara proseguiva veloce e man mano che i chilometri venivano letteralmente “ingoiati” dal gruppo di testa, a Bordano, sede di atterraggio, la tensione lasciava spazio alla splendida realtà: a 5 km si delineava per i nostri colori una situazione fantastica che vedeva nell’ordine giungere a terra Christian Ciech (vincitore dello Spring Meeting), Alex Ploner (secondo) e Suan Selenati con una tripletta azzurra salutata anche da un temporale in arrivo. Come se non bastasse, quarto posto per Marco Laurenzi, portacolori tra l’altro del team organizzatore dell’evento Flyve, che approcciava impostando l’atterraggio in maniera impeccabile a più di 75 km/h. Quinto lo svizzero Peter Neuenschwander, sesto un altro azzurro, Filippo Oppici, a pari merito con l'austriaco Manfred Ruhmer a pari merito con  (ndr: classifica ufficiale ancora provvisoria). Poi in ordine i brasiliani Pinto, Sandoli e Da Rocha. Da sottolineare le perfette traiettorie dei piloti che sfruttando anche le condizioni favorevoli, hanno eseguito l’avvicinamento finale a velocità anche superiori ai 100 km/h.

Una volta elaborato il sistema di punteggio che tiene conto di diverse variabili, verrà pubblicata la classifica su questo sito. Classifica squadre: Italia, Brasile, Austria, Giappone, Slovenia

delta mondo 2019 podio task 1 350px

 

Press office Hang Gliding World Championships 2019

Responsabile: Pasquale Santoro, mobile +39 3387431382
sito – press (AT) italy2019.com - pagina facebook

autore comunicato stampa: Matteo Giordano

Da destra nella foto tratta dalla pagina facebook della Nazionale Italiana deltaplano: Alex Ploner, Christian Ciech e Suan Selenati - altre foto nel sito di Flavio Tebaldi

 

Italian team star of the first task of xxii world hang gliding championship, with five in the first six positions

First task of the World Championship in Friuli Venezia Giulia, with the take off form Monte Valinis – Meduno (Pordenone).

Organizers choose one of the best “windows” ever, because the weather was really cloudy: the task has been of 87km about, between Meduno, Aviano, Gemona del Friuli with final landing in Bordano (Udine), the main landing field of the event. From possible weather difficult conditions, the race became immediately so fast, giving to the pilots a lot of speed (the first one arrived in about 1h 29’) and first landings in Bordano from 4pm.

Italian National team, world team champion, set since the beginning an high rhythm to the race, knowing perfectly land and winds, leave behind also Czech Republic, one of the strongest adversaries, who made “life hard” during the last World Championship in Brazil. Local Suan Selenati pushed since from the first chilometres, and slowed down only near the first turn point between Aviano and Caneva just to increase speed and altitude; after few time, Italian pilots escaped again and merely strong Manfred Ruhmer (from Austria and pluri world champion), Brasilian Glauco Pinto and Swiss Peter Neuenschwander (third at Spring Meeting 2019 and with a lot of experience also in para gliding) arrived to stay closer the first ones, but had to yeld finally.

At about 5 chilometres to end, the dream for Italy team became true: Christian Ciech (winner of Spring Meeting 2019), Ploner (second) and Selenati landed among applauses of the people. After few minutes another satisfaction for the team leader Flavio Tebaldi and his guys, with the fourth position of Marco Laurenzi (who’s also pilot for Flyve, one of the organizers of the event) landed at more than 75 km/h. Fifth Swiss Peter Neuenschwander, sixth Filippo Oppici mondiali delta 2019 logo 1 500pxand Manfred Ruhmer, and Brasilians Pinto, Sandoli and Da Rocha, who completed the first ten position.

After all checks, it will be available the results at the website. Team Results: Italy, Brazil, Austria, Japan, Slovenia

 

Press Office Responsible: Mr. Pasquale Santoro, mobile +39 3387431382
Press Releases Author: Matteo Giordano

site – press (AT) italy2019.com - facebook page

From the right in the photo taken from the facebook page of the Italian national hang glider: Alex Ploner, Christian Ciech and Suan Selenati - photos Flavio Tebaldi site