FIVL - Associazione Nazionale Italiana Volo Libero

fivl 2016 10
Home

Relazione del Presidente

Ci siamo,

il bilancio preventivo per il 2008 è stato varato dal Consiglio FIVL e, con esso, è giunto il momento di annunciare i programmi per il prossimo futuro. Si tratta, pertanto, di un passaggio importante.

Stilare il bilancio preventivo, non significa solamente impilare numeri e conti, oscuri ai più. Tale documento costituisce, infatti, la sintesi degli obiettivi gestionali della Federazione. I numeri, e cioè i conti, devono tornare, e permettere, in tal modo, che si possano realizzare le iniziative. Così, si è deciso di mettere in luce il lavoro degli ultimi mesi, proprio in occasione della presentazione del bilancio.

Prima ancora di trovare le risorse e far quadrare i conti, occorrono le idee. Quando le proposte languono, diminuiscono le iscrizioni, e con esse le entrate. Allora la cassa piange e diventa arduo finanziare le iniziative che scaturiscono dalle idee. Insomma, si instaura un circolo vizioso che risulta necessario spezzare.

Dopo aver riflettuto ed analizzato lo stato della Federazione, abbiamo cominciato a discutere su quanto era possibile fare per la FIVL ed abbiamo di conseguenza compreso che, per dare una svolta, per iniziare un circolo virtuoso, è necessario rialzare la testa, rischiare, provarci, proporre, coinvolgere.

Per questo non ho avuto alcun dubbio: se vogliamo fare qualcosa di buono, il prossimo anno dobbiamo essere più di 5000! Altrimenti ci dovremo accontentare di gestire mestamente una Federazione che può solo sperare di cercare risorse nei tagli di bilancio, ma che non nutre ambizioni. Questa non sarà la “nostra” FIVL! Occorre rischiare di rimetterci la faccia, ma crederci ottimisticamente.

Sono ottimista, ma sono, allo stesso tempo, concreto e realista. Ben so che non bastano meri richiami di principio per convincere i piloti a sottoscrivere la loro adesione alla FIVL. Anzi tali richiami rischiano di divenire delle pure elemosine di iscrizioni ... ed elemosinare non vuol essere nel nostro stile.

A mio avviso l’iscrizione alla FIVL è un atto di responsabilità doveroso per ogni pilota. La FIVL, infatti, compie un enorme lavoro, spesso oscuro, a difesa dei piloti, delle scuole e del volo libero in generale. Tuttavia, non mi illudo che ciò venga compreso dai singoli piloti, la gran parte dei quali stenta a recepire questa semplice realtà e, direi, vitale necessità.

Di conseguenza, ritengo che sia giusto e doveroso che, accanto alle attività istituzionali della Federazione, la stessa sia in grado di offrire servizi concreti a piloti, club e scuole, di diventare accattivante e qualificante. In buona sostanza intendo rispondere, a chi mi chiederà il motivo per il quale dovrebbe iscriversi alla FIVL: “iscriviti perché ti conviene”.

LA FIVL è in grado di ottenere ed offrire servizi che sarebbero proibitivi per il singolo pilota ed economicamente pesanti per il suo club. Di conseguenza, abbiamo iniziato a lavorare in questa direzione e ad approntare una serie di iniziative, che di seguito enumero sinteticamente:

  1. Abbiamo rivisitato totalmente l’assetto delle assicurazioni FIVL. Circa le assicurazioni discuteremo in altra occasione. Mi preme evidenziare, tuttavia, che nel trovare la quadra del pacchetto assicurativo, si è deciso che la FIVL pagherà di tasca propria una polizza unica che coprirà tutti i club FIVL di volo (i club con oltre dieci associati iscritti a FIVL) sia per quanto riguarda la RCT sia la tutela legale. La polizza coprirà adeguatamente lo svolgimento di gare e manifestazioni organizzate dal club, sia per quanto riguarda gli organizzatori sia per i direttori di gara. Insomma, la FIVL coprirà a proprie spese la responsabilità e la tutela legale dei suoi club, degli organizzatori di manifestazioni, di gare e dei direttori di gara.
  2. Nell’ambito assicurativo, il pilota con tessera FIVL otterrà uno sconto di circa il 30% (i dettagli nel brevissimo futuro) sulla polizza RC auto, furto incendio e sulla polizza casa rispetto alle tariffe offerte da un’assicurazione facente parte di un primario gruppo. Con tale iniziativa, sviluppata dalla collaborazione FIVL in ambito assicurativo, un pilota potrà risparmiare somme ben più elevate del costo stesso dell’iscrizione alla Federazione.
  3. Sarà operativo un sistema di finanziamento rateale per l’iscrizione ad una scuola di volo e l’acquisto dell’attrezzatura. Ciò a vantaggio di tutti i soci FIVL. Non verranno chieste garanzie particolari e il prestito sarà concedibile sino a 3.500 € rimborsabili da 12 a 36 mensilità, per acquisto attrezzatura e iscrizione ai corsi.
  4. Si terranno dei corsi di aggiornamento per i piloti FIVL nei quali vi porteremo relatori del calibro di Michael Nesler, Maurizio Bottegal, Giorgio Corti, Damiano Zanocco ed altri, sperando che anche Christian Ciech trovi il tempo… .
  5. La FIVL regalerà l’iscrizione allo stage di aggiornamento istruttori a quelle scuole che avranno iscritto alla FIVL i propri allievi.
  6. La FIVL regalerà a tutti gli allievi che si iscriveranno alla Federazione (iscrizione ridotta) un “pacco di benvenuto” contenente almeno un testo di didattica ed altro.
  7. Verrà offerto un supporto di 10.000 € per l’organizzazione dei regionali, non solo intesi nel senso dell’organizzazione delle gare, ma quali fondamentali punti di aggregazione e collaborazione tra i club.
  8. Verrà potenziato un gruppo di lavoro per la tutela ambientale e territoriale, essendo tale ambito di operatività della FIVL oramai indispensabile per poter volare in futuro;
  9. La FIVL farà volare i disabili, attraverso un gruppo di lavoro cui daremo qualche risorsa per lavorare insieme;
  10. La FIVL pagherà di tasca propria un gommone di salvataggio e il relativo “recuperatore” a Malcesine per almeno una giornata al mese (sabato o domenica), da aprile a ottobre. In tal modo chi si dedica all’acrobazia, in armonia con quanto verrà disposto dalla FIVL, avrà la possibilità di volare con una garanzia di sicurezza in luogo idoneo. I piloti acro, peraltro, avranno appuntamenti fissi nei quali ritrovarsi per volare insieme e progredire, oltre che essere coinvolti in altre iniziative.
  11. Avrete la possibilità di consultare la meteo personalizzata per il volo in almeno 75 luoghi di volo in tutta Italia, aggiornata due volte al giorno e contenente i dati più importanti per il pilota (venti, nubi, gradiente, precipitazioni ecc.), realizzata in collaborazione con un consulente professionale meteo (Ilmeteo.it). Nel nostro sito internet viene creata, gratuitamente per i soci (attraverso nick e password), un’apposita sezione meteo. Dalla cartina dell’Italia si cliccherà sopra il nome di un luogo o di un club (es. Montegrappa) e si apriranno alcune finestre illustrative dei dati e delle previsioni meteo specifiche per quel luogo. L’elaboratore dei dati e delle previsioni meteo offrirà il servizio anche ai non soci FIVL, ma solo a pagamento.
  12. Godremo di una giornata di festa per i soci nel mese di gennaio o febbraio, attribuendo numerosi prestigiosi riconoscimenti.
  13. La FIVL procederà ad una standardizzazione dei SIV, con un documento nel quale verranno sanciti i requisiti minimi di sicurezza FIVL per tenere detti corsi, a cura degli istruttori con maggiore esperienza nel campo e la consulenza di Nesler, Dall’Oglio e co..
  14. Verrà migliorata la rivista della Federazione con contributi esterni.
  15. La FIVL organizzerà i mondiali di ala rigida a Monte Cucco, con un Trofeo Mondiale dedicato ad Angelo D’Arrigo e ad Angelo Crapanzano.
  16. La FIVL metterà a disposizione capi di abbigliamento più accattivanti e di qualità.
  17. Verranno stilati regolamenti di gara e fatta un’azione di preparazione dei DdG al fine di agevolare gli organizzatori degli eventi e far crescere gli stessi.
  18. Cercheremo di trovare risorse per promuovere con entusiasmo il volo libero, anche attraverso sponsorizzazioni.

 

Per il prossimo anno, inoltre, abbiamo in cantiere altre iniziative per la promozione del volo. Ora mi sembra prematuro scoprire tutte le carte, ma penso che quanto sopra enunciato sia un buon inizio, trattandosi di progetti che oramai sono, quasi tutti, già ad uno stato avanzato di operatività.

Soprattutto, con l’attivazione di detti servizi, la FIVL vi offre qualcosa in più, alcune ragioni per le quali vale senz’altro la pena iscriversi.

Vi chiederete come si possa trovare il denaro per realizzare e pagare tutte le iniziative (alcune apprezzabilmente costose) sopra enunciate.

Da un lato alcune attività verranno finanziate da consistenti “tagli” ai rimborsi spese della Presidenza e del Consiglio. Tagli che tuttavia non si risolveranno in un minor lavoro, anzi! Dall’altro contiamo su un rinnovato entusiasmo dei club, dei piloti, delle scuole, nell’iscriversi alla FIVL. Questo è il momento per darci fiducia. Ovviamente l’ultima parola l’avranno i piloti: essi dovranno decidere se iscriversi o meno, così da permettere a tutti noi ed ai club di realizzare i nostri progetti.

La FIVL sta terminando un lungo traverso. Adesso ci giochiamo tutti assieme il volo: o si inizia a riguadagnare quota o si rischia un buco doloroso: sono certo che l’entusiasmo del Consiglio sarà per voi contagioso e che, pertanto, ce la faremo tutti assieme: sopra quota 5000! Sempre più alti, veloci e felici di volare.

Luca Basso

Go to top