FIVL - Associazione Nazionale Italiana Volo Libero

fivl 2016 10
HomeEventiManifestazioniXCAP1111: conferenza stampa, 21 maggio

Un successo per la X-Alpi Sud a Latronico (Potenza)

x alpi latronioco 2015 volo 1All'indomani dell'evento lucano, siamo lieti di pubblicare la bella cronaca che

gli organizzatori ci hanno gentilmente fornito insieme a numerose ed accativanti immagini. Ne pubblichiamo alcune. Grazie per l'attenzione

Gustavo Vitali, u.s. FIVL

Un successo per la X-Alpi Sud a Latronico (Potenza) nel fine settimana di metà giugno

x alpi latronioco 2015 volo 4
x alpi latronioco 2015 volo 3
x alpi latronioco 2015 volo 2
x alpi latronioco 2015 volo 1
x alpi latronioco 2015 bipo 1
x alpi latronioco 2015 bipo 3
x alpi latronioco 2015 decollo
x alpi latronioco 2015 gente

XAlpi sud, manifestazione di parapendio alla sua prima edizione, è iniziata nel migliore dei modi, scrivendo un pezzo di storia che si ricorderà con piacere negli anni, grazie al fantastico spirito gioviale dei tanti piloti al pari di quello entusiasta della popolazione di Latronico - piccolo paese lucano - che non era abituata a vedere parapendio in volo. Per l’occasione è stato portato al battezzo di tutti gli amanti di questa fantastica disciplina un nuovo decollo che ha richiesto negli anni del duro lavoro per renderlo usufruibile in totale sicurezza.

Il tutto si è svolto nel primo dei due giorni in programma a causa delle non favorevoli condizioni metereologiche del secondo giorno.
Anche il primo giorno, non era iniziato nei migliori dei modi. Nonostante le previsioni meteo avessero pronosticato un cielo sereno ci siamo risvegliati con una spessa coltre di nubi, accompagnata da un tintinnìo di pioggia fin dalle prime ore del mattino. Il giorno precedente aveva piovuto abbondantemente facendo saltare totalmente le previsioni. Una “nuvola di Fantozzi” si era formata sul Monte Alpi, massiccio montuoso ricadente del Parco Nazionale del Pollino, la quale non permetteva al sole di raggiungere il terreno roccioso sottostante il decollo esposto a Sud-Est.
Spinti dall’entusiasmo dei componenti dell’associazione “La meglio gioventù”, che così come la popolazione latronichese non aveva se non lontanamente visto un parapendio e per questo non erano consci della non favorevole condizione meteorologica - ci siamo comunque trasferiti dalla piazza del paese, in atterraggio - dove erano stati già dalla sera prima montati dei gazebo di accoglienza, noi parapendisti con lo spirito di “almeno ci consoleremo con un bel panino, patatine e birra” e i componenti di questa associazione - che ci stavano dando un aiuto organizzativo - con lo spirito di “andiamo a volare”.
Dopo un’attesa di circa un’oretta, la navetta di “Fly Maratea” è poi comunque salita in decollo con alcuni piloti i quali erano decisi comunque a farsi una planata così come anche per accontentare i due più audaci ragazzi locali i quali avevano prenotato un giro in biposto il giorno prima.
Sotto un cielo grigio i bravi piloti di tandem sono subito partiti per la gioia dei passeggeri nonché degli spettatori che li attendevano in atterraggio pronti ad applaudirli.
Sia i bipostisti che altri pochi piloti in singolo tra cui anche una vela monosuperficie mandata dalla Niviuk, dopo aver decollato dai 1450 mt si sono diretti senza nessuna sorta di ascendenza fino ai circa 850 mt dell’atterraggio, dove sono stati invece gratificati da un istintivo e fragoroso applauso da parte della gente locale.
Solo dopo qualche ora di cielo grigio, all’improvviso un raggio di sole è riuscito a sfondare le nuvole, dirigendosi direttamente sotto il decollo Sud Est. E’ bastato poi poco che quel timido raggio si trasformasse in un innesco di ascendenze. I piloti che non erano già atterrati, accortisi di questa evoluzione hanno, con il “coltello fra i denti”, raspato sulla parete rocciosa quel tanto che permettesse al sole di disgregare la coltre nuvolosa e di innescare le tanto attese ascendenze che hanno portato i più bravi a sfruttarle fino ai 2300 mt.
Giù in atterraggio, la richiesta di risalita si è fatta subito frenetica e così, dopo una mezzoretta i piloti che prima facevano “parlapendio” si sono trovati tutti in volo colorando con le loro vele, il fantastico panorama del Monte Alpi.
Il volo è stato per i piloti ancor di più piacevole per il profumo dell’aria fino in alta quota, proveniente dall’immensa distesa a valle delle ginestre fiorite, che li ha accompagnati nel volo in un inconsueto paesaggio montano con pareti rocciose a picco prive di vegetazione.
L’atteggiamento dei latronichesi, che in un primo momento era titubante nei confronti del parapendio, si è trasformata pian piano in una corsa nell’accaparrarsi un posto per fare un tandem sulla montagna - il monte Alpi 1900 mt slm - che in paese tutti amano e sentono loro. E’ stato bello assistere come cambiavano le opinioni nel corso di poche ore - dovute alle facili partenze e ai morbidi atterraggi - le quali a primo approccio erano del tipo “ma da dove vi buttate”, “ma però, ci vuole un coraggio!”, “e se si rompe tutto”, come se il parapendio fosse fatto di carta velina.
Nel pomeriggio, pian piano ha poi prevalso la brezza della valle opposta, ma non è stato un problema in quanto i piloti si sono spostati sul decollo opposto esposto ad Ovest dove hanno volato sulla fantastica parete verticale del monte Alpi, ammantata di centinaia di pini Loricati (alberi molto rari che crescono nei posti più impervi e proibitivi alle altre specie di piante). Alcuni piloti hanno comunque dopo aver fatto un volo fin quasi in cima, scavalcato sul lato opposto per dirigersi direttamente al campo base.
La giornata è poi proseguita prima con la proiezione nella piazza del paese, delle bellissime foto scattate in decollo dal prof. Antonio Lofrano che hanno permesso a tutti i cittadini di vedere le fasi del decollo, poi con la cena nel giardino del ristorante tipico “La Taverna dei Gesuiti” riservato alla Xalpi, ed infine con la premiazione su palco dei vincitori dei premi messi in palio. Ricordiamo il vincitore dell’edizione con il maggior punteggio Xcontest della giornata Diego Basile dei “Falchi di Federico”.
Stesso nella giornata di sabato, mentre i piloti volavano, gli accompagnatori hanno potuto usufruire della visita guidata organizzata alle Terme Lucane, della visita all’opera realizzata da Anish Kapoor, delle grotte preistoriche di “Calda”, del “Museo civico archeologico”, del “Museo del termalismo”, del centro storico di Latronico, della mostra “Elettricità, Sarti, Musica” ecc.
Soddisfatti che i piloti così come gli accompagnatori hanno trascorso una bella giornata, gli organizzatori ringraziano tutti coloro che con il loro contributo hanno permesso lo svolgersi dell’evento rinnovando l’appuntamento per la seconda edizione nel 2016. A presto!!!

Domenico Gioia - Fly Maratea

-----------------------

Siamo lieti di informare che i piloti del club Fly Maratea hanno organizzato per il 13 e 14 giugno la manifestazione in oggetto che si svolgerà in ambiente montano nel comune di Latronico (Potenza), paese dell'interno della Basilicata. Alleghiamo locandina con dettagli del programma.

Contatti
Giovanni Cassino
volainmoto (AT) gmail.com - 338 4556607 - sito ufficiale

x-alpi sud 2015 locandina

Go to top