FIVL - Associazione Nazionale Italiana Volo Libero

fivl 2016 10
HomeEventiManifestazioniA Suan Selenati il Melograno d'Argento

A Suan Selenati il Melograno d'Argento

selenati melogranoRiceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa conclusivo dell'incontro ad Udine con Suan Selenati


18° MEETING SPORT SOLIDARIETA' GIOVANI

Studenti e onlus “spiccano il volo” con Suan Selenati, campione mondiale a squadre di deltaplano

Premio “Melograno d'Argento per il Sociale” al campione carnico che accompagna in volo anche  persone diversamente abili

selenati solidarieta
selenati melograno

, 30 ottobre 2015 – Cinquecento studenti e rappresentanti delle associazioni onlus stamattina, all'Auditorium Zanon, hanno “spiccato il volo” con Suan Selenati, campione mondiale a squadre di deltaplano e autore della traversata Zoncolan - Monte Olimpo, presente in veste di testimonial al 18° Meeting Sport Solidarietà Giovani organizzato dalla Nuova Atletica dal Friuli.

“Il volo non è solo una passione, ma una palestra di vita che responsabilizza, aiuta a prendere coscienza delle capacità e ti sprona a migliorare”, questa la dichiarazione di chi è cresciuto tra i pionieri di questa disciplina, che nel corso dell'incontro dal titolo “Lo Sport fra competizione, etica e integrazione sociale” condotto da Giorgio Dannisi, Presidente delle Naf, ha invitato i ragazzi a scoprire le proprie possibilità e sperimentare, come nella vita, la voglia di fare e di raggiungere gli obiettivi desiderati facciano la differenza.

Messaggio ribadito anche da parte di Stefano Stefanel, dirigente del Liceo Marinelli, Raffaella Basana, assessore del Comune di Udine, Elisa Battaglia, assessore della Provincia di Udine, e Vittorino Boem, consigliere regionale, che, riprendendo le parole del moderno Icaro, hanno spronato gli studenti a rincorrere i loro sogni, per i quali può valer la pena di rinunciare a qualcosa.

Preparazione teorica e fisica, oltre che organizzazione, tattica e lucidità, questi gli ingredienti con cui il più giovane componente della nazionale, che quest'anno ha conseguito il quarto titolo mondiale consecutivo in Messico, descrive il volo, considerato uno sport accessibile a tutti. “Accompagno in volo chi, anche se diversamente abile, vuole provare a librarsi in aria, dove le barriere fisiche e mentali non esistono”, queste le parole di Suan, parole in linea con la filosofia della decima edizione del progetto di sport integrato “Dai e Vai”. Il progetto, che ha ricevuto il plauso dal parte di Claudio Bardini dell'Ufficio Educazione Fisica di Udine e  di Giovanni De Piero, vicepresidente del CIP FVG, coinvolge studenti e persone disabili in incontri sportivi al fine di favorire l'integrazione e l'inclusione sociale

“I cambi di programma e gli imprevisti non sono mancati, ma eravamo certi che in un modo o nell'altro avremmo raggiunto l'Olimpo”, afferma il campione carnico, salito alla ribalta della cronaca nel 2013 con l'amico Manuel, con cui, quarantatré giorni dopo il decollo dallo Zoncolan, ha raggiunto la vetta ellenica. Entrando a contatto con diverse culture e con un territorio martoriato come quello dei Balcani, dove per sbaglio i due piloti sono entrati in una zona minata, l'impresa sportiva è diventata anche “esperienza di vita e fonte di riflessione”, come la definisce Suan, che ricorda i sorrisi e la grande ospitalità riscontrata lungo tutto il percorso.

“E' sicuro che continuerò a stare con i piedi in aria, sperando di riuscire a togliermi ancora qualche soddisfazione con la nazionale – nel 2016 europei e pre-mondiali -, ma in futuro vorrei riuscire a trasformare la passione in lavoro, aprendo una mia scuola”, afferma il campione carnico, impegnato a dar forma ad una nuova grande impresa ancora top secret, ma che certamente avrà come punto di partenza le montagne della sua Carnia. In veste di istruttore di volo ed accompagnatore, oltre che di maestro di sci, Suan promuove a tutto tondo il territorio friulano, nei cui cieli si auspica possano essere disputati i Mondiali nel 2019.

Il Comitato Sport Cultura Solidarietà, che collabora alla realizzazione dell'evento, ha consegnato all'atleta, che nonostante il ricco palmares ha mantenuto intatta la semplicità, il premio “Melograno d'Argento per il sociale”, istituito per premiare coloro che con “le buone pratiche” hanno promosso la cultura sociosolidale.

La manifestazione è patrocinata e realizzata d'intesa con Regione Friuli Venezia Giulia, Provincia di Udine,  Comune di Udine, Ufficio Scolastico Regionale – Ufficio E.M.F.S. di Udine, Liceo “G. Marinelli”, Comitato Italiano Paralimpico, Coni FVG, AICS di Udine, Special Olympics Italia, Comitato Sport Cultura Solidarietà e il progetto di sport integrato “Dai e Vai”.

Un sentito ringraziamento a Friuladria Crédit Agricole, Confindustria Udine, Amga Energia&Servizi – Hera Comm, Centro Friuli - Sharp, Immobiliare Friulana Nord e Moroso. 

Giulia Pillinini
Ufficio Stampa Nuova Atletica Dal Friuli - Associazione Sportiva Dilettantistica
Via Forni di Sotto, 14 - 33100 Udine - tel. 0432 42849
 - fax 0432 545843
ufficiostampa (AT) nuovatletica.it - sito

 

Comunicati precedenti

 

suan selenati volo 1

La Nuova Atletica dal Friuli ha il piacere di invitarvi al 18° Meeting “Sport Solidarietà Giovani”, in programma il 30 ottobre, alle ore 11.00, presso l'Auditorium Zanon di Udine.

Gli studenti delle scuole della fascia secondaria – primo e secondo grado -, i rappresentanti del mondo dell'associazionismo sportivo e delle organizzazioni che si occupano di sport integrato avranno modo di intervistare e conoscere Suan Selenati, campione mondiale a squadre di deltaplano e testimonial solidale dell'evento.
Durante l'incontro, dal titolo “Lo Sport fra competizione, etica e integrazione sociale”, con la sensibilità e l'energia che lo contraddistinguono, Suan contribuirà a trasmettere messaggi formativi ed educativi scaturiti dalla sua vicenda personale e sportiva, costellata di grandi imprese, tra cui la traversata dallo Zoncolan al Monte Olimpo.
Rispondendo alle domande poste da studenti, atleti e persone diversamente abili, Suan ripercorrerà la sua vicenda umana e sportiva, costellata da numerosi successi, dimostrando come forza di volontà ed impegno permettano di andare oltre ai limiti fisici e mentali, permettendo di “spiccare il volo”.
Questo messaggio costituisce un punto cardine del progetto di sport integrato “Dai e Vai”, che verrà illustrato nel corso della mattinata e che da dieci edizioni, nel corso dell’anno scolastico, promuove incontri sportivi integrati a cui partecipano studenti e persone diversamente abili.
L’evento, organizzato con il patrocinio ed il sostegno di istituzioni pubbliche e private, intende promuovere lo sport come palestra di vita tramite il contatto con atleti che si sono contraddistinti in varie discipline.
Siamo certi che Suan saprà catalizzare l’attenzione del pubblico, dimostrando come il deltaplano sia non solo uno sport spettacolare, ma anche uno sport con una forte componente educativa.

Giulia Pillinini
Ufficio Stampa Nuova Atletica Dal Friuli - Associazione Sportiva Dilettantistica
Via Forni di Sotto, 14 - 33100 Udine - tel. 0432 42849
 - fax 0432 545843
ufficiostampa (AT) nuovatletica.it - sito


18° MEETING SPORT SOLIDARIETA' GIOVANI

“Lo Sport fra competizione, etica e integrazione sociale”

Incontro con Suan Selenati, campione mondiale a squadre di deltaplano

 

30 ottobre 2015 – Auditorium Zanon (Udine)

Udine, 15 ottobre 2015 – Si rinnova l'appuntamento con il Meeting Sport Solidarietà Giovani, manifestazione giunta alla diciottesima edizione, in programma il 30 ottobre, alle ore 11, presso l'Auditorium Zanon, dove cinquecento studenti e rappresentanti delle organizzazioni onlus avranno modo di conoscere Suan Selenati, campione mondiale a squadre di deltaplano e autore della traversata dallo Zoncolan al Monte Olimpo.

Lo Sport fra competizione, etica e integrazione sociale”, questo l'argomento dell'incontro formativo promosso dalla Nuova Atletica dal Friuli, nel corso del quale il campione carnico, il più giovane componente della nazionale che quest'anno ha conseguito il quarto titolo mondiale consecutivo in Messico, sarà chiamato a raccontare la sua esperienza sportiva ed umana, rispondendo alle domande poste dagli studenti, da atleti di spicco regionale e dai ragazzi diversamente abili.

Cresciuto in una famiglia di pionieri del volo, a undici anni Suan sorvola per le prima volta le montagne di casa, oggi conosciute nei minimi dettagli nelle tre dimensioni e vissute a pieno in veste di istruttore di volo e di accompagnatore per chi vuole provare a librarsi in aria, oltre che di maestro di sci.

Convinto che il volo sia prima di tutto passione, solo nel 2009 inizia a prendere parte a competizioni, contraddistinguendosi fin da subito e riportando tra le mura domestiche il titolo di campione triveneto, conquistato dal padre l'anno della sua nascita.

Il confronto a livello agonistico costituisce per il campione trentenne uno stimolo per raggiungere nuovi obiettivi e migliorare in uno sport che contribuisce ad accrescere la fiducia in se stessi e l'autonomia, ma richiede preparazione fisica e teorica, oltre che lucidità e tattica. Il talento non passa inosservato e, nel 2011, arriva la prima convocazione in nazionale in occasione dei campionati mondiali, dove Suan contribuisce alla conquista della medaglia d'oro, impresa che la squadra italiana ripete nel 2013 in Australia e nel 2015 in Messico, oltre che nel 2012 in Turchia a livello europeo.

Da allora Suan sta continuando a collezionare successi anche a livello personale, ma il 2013 è l'anno della grande impresa: Zoncolan – Olimpo, la più lunga traversata in deltaplano mai compiuta. L'esperienza, condivisa con l'amico Manuel, ha visto i due piloti sorvolare nove paesi e atterrare dopo quarantatré giorni sull'ambita cima, scelta per chiedere al C.I.O. Di riconoscere il volo libero come disciplina olimpica. L'impresa sportiva è diventata esperienza di vita, arricchita dal contatto con nuove culture e seguita con grande interesse dall'opinione pubblica, che a breve avrà modo di conoscere i dettagli di quest'esperienza scorrendo le pagine del libro in fase di ultimazione.

Testimonial unico, in grado di dimostrare che con la forza di volontà è possibile “spiccare il volo”, superando limiti fisici e mentali, uno dei messaggi guida anche del progetto di sport integrato “Dai e Vai”, che sarà illustrato nel corso della mattinata. Il progetto, giunto alla decima edizione, prevede nel corso dell'anno scolastico incontri sportivi integrati a cui prendono parte studenti e persone diversamente abili.

La manifestazione è patrocinata e realizzata d'intesa con Regione Friuli Venezia Giulia, Provincia di Udine,  Comune di Udine, Ufficio Scolastico Regionale – Ufficio E.M.F.S. di Udine, Liceo “G. Marinelli”, Comitato Italiano Paralimpico, Coni FVG, AICS di Udine, Special Olympics Italia, Comitato Sport Cultura Solidarietà e il progetto di sport integrato “Dai e Vai”.

Un sentito ringraziamento a Friuladria Crédit Agricole, Confindustria Udine, Amga Energia&Servizi – Hera Comm, Centro Friuli - Sharp, Immobiliare Friulana Nord e Moroso.

Giulia Pillinini
Ufficio Stampa Nuova Atletica Dal Friuli - Associazione Sportiva Dilettantistica
Via Forni di Sotto, 14 - 33100 Udine - tel. 0432 42849
 - fax 0432 545843
ufficiostampa (AT) nuovatletica.it - sito

Campione mondiale a squadre di deltaplano si racconta su sport, etica e integrazione

Suan Selenati testimonial del
18° “Meeting Sport Solidarietà Giovani” con studenti e onlus 

 

Consegna “Melograno d'Argento per il Sociale” il 30 ottobre, 11.00, Auditorium Zanon

Udine, 22 ottobre 2015 – Un 2015 costellato dalla vittoria ai Mondiali messicani e ai campionati austriaci open, a cui si aggiunge il secondo posto ai Campionati pre-europei in Macedonia, anche di questo parlerà Suan Selenati, campione mondiale a squadre di deltaplano, al 18° Meeting Sport Solidarietà Giovani, in programma il 30 ottobre, alle ore 11.00, all'Auditorium Zanon, dove sono attesi cinquecento studenti e rappresentanti delle onlus.

Nel corso dell'incontro formativo promosso dalla Nuova Atletica dal Friuli dal titolo “Lo Sport fra competizione, etica e integrazione sociale”, il campione carnico, salito alla ribalta della cronaca anche grazie alla traversata Zoncolan – Monte Olimpo (2013), sarà chiamato a raccontare la sua esperienza umana e sportiva rispondendo alle domande poste dagli studenti, da atleti di spicco regionale e dai ragazzi diversamente abili.

Seppure sia con “la testa tra le nuvole” dall'età di undici anni, Suan ha i piedi ben piantati a terra nella sua Carnia, dove si sta impegnando per promuove il territorio e perchè quella che è nata come una passione diventi un lavoro. Oltre che istruttore, il campione trentenne è disponibile ad accompagnare chi, anche se disabile, vuole provare a spiccare il volo, scoprendo dall'alto il Friuli che, come afferma il più giovane componente della nazionale, “offre dei paesaggi molto variegati ed è perfetto per praticare questo sport”. Proprio per questo, il club “Volo Libero Carnia”, che conta venti moderni Icaro, sta lavorando per far sì che i cieli del Friuli diventino teatro dei Mondiali 2019.

Toccare la quota di 5000m e volare per 9 ore e 10 minuti per una distanza di 311,8 km, il volo più lungo della sua carriera e tra i più estesi mai compiuti al mondo, sono frutto certamente di passione, ma anche di preparazione e sacrificio. “Sono costretto a darmi delle priorità, rinunciando a qualcosa, ma questo non mi pesa perchè faccio quello che mi piace e che ogni giorno mi stimola”, queste le parole di Suan che considera il deltaplano uno sport educativo, dove, come accade nella vita e come trasmette ai suoi allievi, la voglia di fare e di raggiungere gli obiettivi preposti fanno la differenza.

Atleta di grande spessore, a cui il Comitato Sport Cultura Solidarietà, che collabora alla realizzazione dell'evento, consegnerà il premio “Melograno d'Argento per il sociale”, istituito per premiare coloro che con “le buone pratiche” hanno promosso la cultura sociosolidale.

Durante l'incontro sarà presentata la decima edizione del progetto di sport integrato “Dai e Vai”, una rete virtuosa che costituisce l'occasione per praticare attività sportive integrate fra giovani studenti e persone diversamente abili.

La manifestazione è patrocinata e realizzata d'intesa con Regione Friuli Venezia Giulia, Provincia di Udine, Comune di Udine, Ufficio Scolastico Regionale – Ufficio E.M.F.S. di Udine, Liceo “G. Marinelli”, Comitato Italiano Paralimpico, Coni FVG, AICS di Udine, Special Olympics Italia, Comitato Sport Cultura Solidarietà e il progetto di sport integrato “Dai e Vai”.

Un sentito ringraziamento a Friuladria Crédit Agricole, Confindustria Udine, Amga Energia&Servizi – Hera Comm, Centro Friuli - Sharp, Immobiliare Friulana Nord e Moroso.

Giulia Pillinini
Ufficio Stampa Nuova Atletica Dal Friuli - Associazione Sportiva Dilettantistica
Via Forni di Sotto, 14 - 33100 Udine - tel. 0432 42849
 - fax 0432 545843
ufficiostampa (AT) nuovatletica.it - sito


sport solidarieta giovani 2015 loc

sport solidarieta giovani 2015 invito

Go to top