FIVL - Associazione Nazionale Italiana Volo Libero

fivl 2016 10
HomeHomeUltime da FIVLCOMUNICAZIONE PER LE SCUOLE

Nuovo Servizio Metereologico

nuvoleCarissimi piloti, la FIVL è lieta di annunciare l’attivazione del nuovo servizio meteorologico.

(Per accedervi basta cliccare su “meteo” sulla stringa in alto a destra. Se non già fatto, è necessario registrarsi ed effettuare il login). Senza mezzi termini posso affermare che si tratta delle migliori previsioni specifiche per il volo libero attualmente disponibili a livello mondiale. L’artefice di questo capolavoro è Andrea Barcellona del club di volo libero “Il Pulcino”.

Andrea è un informatico di professione (mi si passi il termine amichevole di “Genio dell’informatica”), è un esperto di meteorologia, è un pilota di volo libero che pratica il cross-country (http://www.xcontest.org/2010/world/en/pilots/detail:andreabix?list[sort]=dist).
Tre ingredienti contemporaneamente indispensabili al fine di poter sviluppare un sistema di previsioni in grado di soddisfare le nostre esigenze.

Per passione personale, Andrea aveva già implementato il modello previsionale del dottor Jack [1]  adattandolo al territorio nazionale e rendendo il servizio fruibile sul sito del club “Il pulcino” (http://www.ilpulcino.org/) per una porzione del territorio nazionale.

Nel corso del 2010 diversi piloti hanno testato e sperimentato la veridicità delle previsioni per varie località, confrontando le proprie tracce di volo con i dati di previsione. Un grazie di cuore va anche a tutti questi piloti, in particolare ai “Pulcini”, che, oltre a sostenere e finanziare la prima versione del servizio, hanno collaborato a stretto contatto con Andrea Barcellona nella verifica di questi modelli.

La FIVL ha deciso di finanziare il progetto con l’obiettivo di estendere le previsioni a tutto il territorio nazionale e di migliorare ulteriormente il servizio nel tempo.

La griglia impiegata è talmente ristretta (2 km), che il modello è in grado di generare una previsione differente per punti situati solo a pochi chilometri di distanza tenendo conto dell’orografia. Il modello è talmente preciso che se il punto meteo ricade in corrispondenza di un fiume o un lago la previsione risulta totalmente falsata. Ad es. non segnala mai (quasi mai) lo sviluppo di attività termica e quindi di Cumuli.

Attualmente per la stesura delle mappe windgram (sezione di un profilo verticale) sono stati impiegati i punti meteo FIVL già esistenti, ma nel prossimo futuro questi punti dovranno essere per forza rivisti e posizionati in settori più strategici.

Si tratta di uno sforzo notevole sia in termini di hardware (l’esigenza di calcolo è molto elevata per la fornitura dei dati in tempo utile) sia dal punto di vista umano (tempo ed energia nel predisporre tutto il servizio).

Avendo come obiettivo primo il divertimento e la sicurezza nell’attività di volo dei piloti (di tutti i piloti), la FIVL ha deciso di rendere fruibile il sistema di previsioni gratuitamente verso tutti, siano essi soci o non soci FIVL.

Lo spettro di informazioni fornito grazie a questi modelli meteorologici è talmente ampio da poter generare, ad un primo impatto, un senso di disorientamento.

Niente paura!!

Il servizio è perfettamente indicato per il pilota che ha solo voglia di conoscere dati semplici (intensità dei venti, altezza base Cumulo, coperture nuvolose, ecc. ecc.), come pure per il pilota più esigente e smaliziato che vuole conoscere dati complessi (incertezza del top del boundary layer, dislocazione delle convergenze massime e quote rispettive, intensità dello shear nel boundary layer, ecc. ecc.).

 A tal riguardo verrà prossimamente pubblicata sul sito della FIVL una guida di lettura e interpretazione delle mappe. Allo stesso tempo si renderà necessario dedicare un’ampia sezione dei futuri stage di aggiornamento piloti al nuovo servizio meteorologico.

Previsioni di questo tipo potevano considerarsi utopiche anche solo 15 anni fa. Ormai ci siamo, sono diventate realtà.

Personalmente ho basato i miei voli (scelta del luogo e del giorno in funzione del tipo di volo) consultando quasi giornalmente questi modelli nel corso del 2010 (bastano pochi minuti). Il risultato è stato quello di risparmiare un sacco di tempo, energia, soldi e avere maggiori soddisfazioni dal volo.

Si tenga comunque presente che si tratta di previsioni. Pertanto soggette a inevitabili errori più o meno gravi. Errori dovuti al modello stesso (che verrà migliorato nel tempo); errori dovuti ai dati di partenza (se i dati sono sbagliati, ovviamente risulterà sbagliato il calcolo e quindi la previsione).

Il servizio fornisce comunque indicazioni di massima. Spetta poi al pilota saper interpretare correttamente la situazione reale che incontrerà prima e durante il volo.

Nessun pilota può considerarsi esonerato dalla propria assoluta e totale responsabilità nelle personali scelte di volo o non volo.

La FIVL ha fatto la sua parte. Ora tocca a voi piloti! Il servizio è qui, disponibile e accessibile e già copre praticamente tutte le zone “volabili” del territorio italiano, incluse le porzioni svizzere, austriache e slovene delle Alpi. Basta solo consultarlo e imparare a interpretarlo.

Nel ringraziare di cuore Andrea Barcellona e tutte le persone che a vario titolo hanno collaborato,

vi auguro splendidi voli,  e soprattutto, buon divertimento

Damiano Zanocco



[1]  Le mappe previsionali si basano sul lavoro del Dr. John W. (Jack) Glendening, meteorologo aliantista americano, che ha adattato il modello previsionale WRF alle specifiche esigenze del volo in termica. Il Dr. Jack ha pubblicato su Internet quanto realizzato, dando così origine ad una “comunità” mondiale di “operatori” di modelli locali, tra i quali Andrea Barcellona, che, mediante la condivisione delle proprie esperienze, continua a far evolvere il sistema arricchendolo di nuove funzionalità. Ulteriori informazioni sul sistema e la mappa di copertura a livello mondiale sono consultabili su http://www.drjack.info/RASP.

Go to top