Campionato Italiano parapendio 2022, conferenza stampa di apertura, Pedavena (Belluno)

Nella giornata di venerdì 3 giugno 2022 presso la sede del Para e Delta Club di Feltre locata nella zona impianti Sportivi di Boscherai (Pedavena, BL) è stato dato il via ufficiale ai Campionati Italiani OPEN di Parapendio 2022 e XXXVII Edizione del Trofeo Internazionale Guarnieri, mediante la conferenza stampa di presentazione ufficiale.
Ad aprire la conferenza, il nuovo Presidente del Para e Delta Club di Feltre, Andrea Saioni, che dopo aver ricordato il programma (vedi immagine in calce) ha ringraziato le istituzioni e gli enti per il grande supporto concordato ai volontari che si adoperano per le manifestazioni: “Nostra priorità è quella di riuscire a mettere i 123 piloti, provenienti da 15 nazioni diverse, nelle condizioni di volare, poichè alcuni di loro arrivano da lontano. Per questo motivo il Monte Avena sarà il centro della ribalta, ma il palcoscenico sarà itinerante in tutta la Valbelluna e nella zona delle Prealpi, sulla base della Meteo.” - Prosegue: “Grande novità di quest’anno il coinvolgimento delle associazioni del territorio: Quartiere Castello per la frasca e il ristoro nei giorni di gara e per la festa di apertura, ma anche la realtà Feltrina Sir Brown che ha confezionato i trofei e premi di gara”.
Presente al tavolo anche Ennio Vigne in rappresentanza del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi, che ha sottolineato la grande sinergia con il Para e Delta Club Feltre e la disponibilità di collaborazione sempre con cura delle regole di salvaguardia del Patrimonio: “L’arrivo di questa manifestazione è indubbiamente sinonimo di un grande gioco di squadranel territorio iniziato da molti anni. Come Ente stiamo lavorando sia dal lato della tutela del erritorio, ma anche sempre di più dal lato promozionale: gli accessi e le presenze da parte di stranieri nelle Porte del Parco - tra cui Monte Avena - sono molteplici e, insieme a questi eventi di grande richiamo, devono essere sfruttate per aprire vetrine del nostro territorio nel mondo”.
A rappresentanza del territorio dal punto di vista promozionale Maurizio Bottegal, Consigliere del Consorzio Dolomiti Prealpi che ha ricordato i colorati cieli del mondiale e la grande passione che accomuna ogni pilota e attore di questo tipo di associazioni sin dal “principio” quando né il parapendio, né il deltaplano erano sport di grande interesse se non per dei gruppi non molto numerosi di atleti che credendoci fino in fondo, hanno organizzato la loro passione e combinandosi con la tecnica ne hanno fatto uno sport che oggi avvicina chiunque.
Per la sezione amministrativa i “comuni” del Monte Avena (Pedavena, Sovramonte e Fonzaso) e il neoeletto Presidente dell’Unione Montana Feltrina Carlo Zanella, che hanno concertato su come il volo libero non rappresenti solo un’occasione di grande eventi, ma un vero e proprio volano del turismo nella Valbelluna.
Il sindaco di Pedavena, Nicola Castellaz, sul tema: “Il volo libero ha le sue radici nel Feltrino: pensiamo ad Adriano Guarnieri, nota figura del volo libero a cui si richiama la più antica coppa del mondo internazionale. I grandi successi del territorio abbracciano quest’ultimo completamente e non vi è distinzione di confine amministrativo, tutt’altro. Anche la struttura del Boscherai è un esempio di come i Fondi di Comune di Confine sono stati utilizzati e spesi nel territorio con lungimiranza e intenzione di far espandere anche queste realtà che rappresentano una delle tante attrattive del Feltrino”.
Al tavolo anche le associazioni di supporto al mondo del volo libero, in particolare Paolo Rech come Delegato CONI Belluno e Isabella Oderda, Vice Presidente F.I.V.L. che ha ricordato l’impegno dell’associazione, presente anche alle premiazioni dell’11 giugno presso la Birreria Pedavena e durante tutto il campionato: “Il Feltrino per chi vola è una realtà imprescindibile: chiunque abbia questa passione è venuto almeno una volta qui! Il Monte Avena si fa amare sia dal punto di vista paesaggistico, sia grazie ai servizi che in questo territorio si dimostrano per i piloti efficienti e rodati. Come F.I.V.L. siamo sempre presenti nelle manifestazioni quali il Campionato Italiano poiché la nostra associazione rappresenta tutte le “anime” del volo libero”.

Alessia Dall’O’

addetta stampa Campionato Italiano Parapendio 2022, Trofeo Guarnieri, Feltre, 6-11 giugno -
3494561982 - alessiadallocomunicazione (AT) gmail.com - 
video dichiarazioni al seguente link

campionato italiano para 2022 programma 1000px

I Campionati Italiani di parapendio tornano nei cieli della Val Parma

Dal 24 al 31 luglio 2021 tornano in Emilia i Campionati Italiani di Parapendio – Trofeo Cento Laghi a Schia (Tizzano val Parma – PR). Otto giornate di gare con i migliori piloti al mondo di questa disciplina sportiva

Dal 24 al 31 luglio 2021 l’appennino parmense, ospiterà una nuova spettacolare edizione dei “Campionati Italiani di Parapendio – Trofeo Cento Laghi”. Si tratta di una competizione riconosciuta dalla Federazione Aeronautica Internazionale ed è organizzata dall’Aeroclub “Gaspare Bolla” di Parma insieme all’ASD Paraclub Monte Caio - Deltaclub Melloni in collaborazione con l’Associazione Pro Schia-Monte Caio e il patrocinio dell’Ente Parchi del Ducato, dell’Unione Montana Appennino Parma Est, della Provincia di Parma e della Regione Emilia Romagna.

Saranno otto giornate di volo a cui prenderanno parte circa centoventi piloti, provenienti da una ventina di nazioni diverse, per conquistare il titolo di campione italiano. Attualmente, a seguito dei mondiali 2019, la nazionale italiana è campione del mondo a squadre, e anche il titolo di campione del mondo (oltre che campione italiano) individuale è l’altoatesino Joachim Oberhauser.

Quartier generale sarà il nuovo polo sportivo nel piazzale di Schia (Tizzano Val Parma – PR), nel cuore di una delle più famose valli alimentari del mondo, inserita nel Parco Regionale dei Cento Laghi. L’area di decollo sarà in località Campo Grande in prossimità del Monte Caio, a una quota 1584 metri, a circa 10 minuti di auto dal paese, nei comuni di Palanzano e Tizzano val Parma. E il campo di gara spazierà dall’Emilia alla Toscana, comprendendo anche la Liguria, facendo sorvolare agli atleti una buona porzione di cieli dell’Appennino per poi riportarli ad atterrare in vari luoghi tra Tizzano e Langhirano.

La zona della Val Parma è un luogo privilegiato per lo svolgimento di importanti manifestazioni sportive di livello internazionale: è infatti già stata sede di campionati italiani anche di deltaplano. Partendo dalle catene appenniniche parmensi consente infatti notevoli percorrenze in volo con facilità di recupero che spaziano dall’Emilia alla Romagna, fino alla Liguria e Toscana.

Questo sport rientra tra le tante offerte outdoor dell’Appennino parmense, come running, trail running, MTB, trekking, orienteering, e climbing. Dal mese di agosto sarà attivo il sito del Trail Park (Trailpark100laghi.it), realizzato dai Parchi del Ducato grazie ad un finanziamento Por-fesr della Regione Emilia Romagna, che mette in rete tutte le discipline sportive che si possono praticare nella natura in questa zona.

Sarà unevento sportivo “plastic free” che aderisce al progetto regionale volto ad adottare una gestione dei rifiuti più sostenibile. Oltre ai contenitori per la raccolta differenziata si è scelto di adottare materiale ecologico e riutilizzabile, come le magliette della competizione, il cui tessuto ha la certificazione ecologica OEKO-Tex, le mascherine protettive riutilizzabili e per il pocket lunch dei piloti anziché bottigliette di plastica verrà fornito un kit con borraccia e zainetto, al posto delle buste in plastica.

La Val Parma e anche la città stessa, Capitale Italiana della Cultura per il 2021, offrono tanti spunti anche per visite storico-culturali come borghi, pievi, castelli, musei e mostre, senza dimenticare innumerevoli percorsi naturalistici per appassionati di mountain bike o passeggiate a cavallo, itinerari per il trekking e l’arrampicata sportiva, così come spazi attrezzati per organizzare piacevoli pic-nic in famiglia, oltre al cibo che ha reso famose le nostre valli.

Nonostante le difficoltà causate dalla pandemia, l’organizzazione non si è fermata, unanime l’orgoglio e insieme la trepidazione per essere ormai a un passo dall’inizio della programmazione di un evento sportivo così importante, con partecipanti provenienti da tutto il mondo che faranno divertire e innamorare i curiosi che arriveranno al decollo per ammirare le vele che coloreranno i cieli parmensi.

 

Che cos’è il volo in parapendio

Sport nato all’inizio degli anni Ottanta, il volo in parapendio consiste nell’utilizzo di un “paracadute ad alte prestazioni” che permette a chi lo pilota di coprire grandi distanze e mantenersi in volo per ore, solo sfruttando le correnti ascensionali e senza l’ausilio di alcun motore.

Grazie al costante miglioramento delle “vele” e all’avvento di nuovi materiali e tecnologie costruttive all’avanguardia, oggi un parapendio può volare ad una velocità prossima ai 70km/h e coprire grandi distanze prima di riportare il pilota al suolo. Sono nate così competizioni di velocità e distanza che seguono percorsi prestabiliti secondo le condizioni metereologiche offerte dalla giornata.

Barbara Valla

addetta stampa -barbara (AT)artistisenzanome.it – 338 5823373

Per informazioni:info(AT)deltaeparapendio.it -sito webpagina facebook

 

Posticipati a lunedì i Campionati Italiani di Parapendio a Schia – Monte Caio (Parma)

Causa vento forte in quota previsto per domenica, si è deciso di posticipare l’inizio delle gare a lunedì 26 luglio 2021. Nel parmense in arrivo i migliori piloti al mondo di questa disciplina sportiva

Inizio dei “Campionati Italiani di Parapendio – Trofeo Cento Laghi” posticipato a lunedì 26 luglio 2021 causa forte vento in quota previsto per domenica. Siccome le condizioni meteo sono imprevedibili e la garanzia di sicurezza è sempre al primo posto, l’Organizzazione dell’evento e il direttore di gara sono arrivati a questa decisione. Domenica 25 registrazione piloti (dalle 17) e “Training day”, ovvero voli liberi di conoscenza della zona di volo da parte degli atleti. Lunedì 26 primo giorno ufficiale di gara.

Si tratta di una competizione riconosciuta dalla Federazione Aeronautica Internazionale ed è organizzata dall’Aeroclub “Gaspare Bolla” di Parma insieme all’ASD Paraclub Monte Caio - Deltaclub Melloni in collaborazione con l’Associazione Pro Schia-Monte Caio e il patrocinio dell’Ente Parchi del Ducato, dell’Unione Montana Appennino Parma Est, della Provincia di Parma e della Regione Emilia Romagna.

L’appennino parmense è quindi pronto ad ospitare una nuova spettacolare edizione dei Campionati Italiani che presenta formula aperta anche ai piloti stranieri (Italian Paragliding Open) per un totale di circacentoventi atleti (uomini e donne), provenienti da unaventina di nazioni diverse, per conquistare il titolo di campione italiano.Attualmente, a seguito dei mondiali 2019, la nazionale italiana è campione del mondo a squadre, e anche il titolo di campione del mondo (oltre che campione italiano) individuale è l’altoatesino Joachim Oberhauser.

Quartier generale sarà il nuovo polo sportivo nel piazzale diSchia (Tizzano Val Parma – PR), nel cuore di una delle più famose valli alimentari del mondo, inserita nel Parco Regionale dei Cento Laghi. L’area di decollo sarà in località Campo Grande in prossimità del Monte Caio, a una quota 1584 metri, a circa 10 minuti di auto dal paese, nei comuni di Palanzano e Tizzano val Parma. E il campo di gara spazierà dall’Emilia alla Toscana, comprendendo anche la Liguria, facendo sorvolare agli atleti una buona porzione di cieli dell’Appennino per poi riportarli ad atterrare in vari luoghi tra Tizzano e Langhirano.

La zona della Val Parma è un luogo privilegiato per lo svolgimento di importanti manifestazioni sportive di livello internazionale: è infatti già stata sede di campionati italiani anche di deltaplano. Partendo dalle catene appenniniche parmensi consente infatti notevoli percorrenze in volo con facilità di recupero che spaziano dall’Emilia alla Romagna, fino alla Liguria e Toscana.

Questo sport rientra tra le tante offerte outdoor dell’Appennino parmense, come running, trail running, MTB, trekking, orienteering, e climbing. Dal mese di agosto sarà attivo il sito del Trail Park (Trailpark100laghi.it), realizzato dai Parchi del Ducato grazie ad un finanziamento Por-fesr della Regione Emilia Romagna, che mette in rete tutte le discipline sportive che si possono praticare nella natura in questa zona.

Sarà unevento sportivo “plastic free” che aderisce al progetto regionale volto ad adottare una gestione dei rifiuti più sostenibile. Oltre ai contenitori per la raccolta differenziata si è scelto di adottare materiale ecologico e riutilizzabile, come le magliette della competizione, il cui tessuto ha la certificazione ecologica OEKO-Tex, le mascherine protettive riutilizzabili e per il pocket lunch dei piloti anziché bottigliette di plastica verrà fornito un kit con borraccia e zainetto, al posto delle buste in plastica.

La Val Parma e anche la città stessa, Capitale Italiana della Cultura per il 2021, offrono tanti spunti anche per visite storico-culturali come borghi, pievi, castelli, musei e mostre, senza dimenticare innumerevoli percorsi naturalistici per appassionati di mountain bike o passeggiate a cavallo, itinerari per il trekking e l’arrampicata sportiva, così come spazi attrezzati per organizzare piacevoli pic-nic in famiglia, oltre al cibo che ha reso famose le nostre valli.

Nonostante le difficoltà causate dalla pandemia, l’organizzazione non si è fermata, unanime l’orgoglio e insieme la trepidazione per essere ormai a un passo dall’inizio della programmazione di un evento sportivo così importante, con partecipanti provenienti da tutto il mondo che faranno divertire e innamorare i curiosi che arriveranno al decollo per ammirare le vele che coloreranno i cieli parmensi.

Barbara Valla

addetta stampa - barbara (AT) artistisenzanome.it – 338 5823373

Per informazioni: info (AT) deltaeparapendio.it - sito web – pagina facebook

EHPU-Logo

Membro Fondatore dell'unione Europea di Volo Libero
Co-Founder Member of European Hangliding and Paragliding Union

ASD FIVL- Associazione Nazionale Italiana Volo Libero
Il volo in deltaplano e parapendio (registro CONI n. 46578)

Via Salbertrand, 50 - 10146 Torino 
Tel. +39 011 744 991 - Fax +39 011 752 846
Email: fivl@fivl.it
P.Iva 10412570011

ORARI SEGRETERIA 8.15-12.15/13-17