Deltaplani di tutta Europa nei cieli dell’Umbria

Dopo lo stop forzato a causa della pandemia, i deltaplani tornano a volare nel cielo del Monte Cucco, sito considerato la culla per volare con questo mezzo senza motore inventato dagli australiani Bill Moyes e Bill Bennet nei lontani anni ‘60. Pioniere in Europa è stato Alfio Caronti che il 4 novembre del 1971 spiccò per primo il volo dal monte Murelli per atterrare nelle acque del lago di Como.

I mezzi che utilizzeranno i piloti della ventina di squadre nazionali d’Europa per conquistare il titolo continentale ovviamente sono ben diversi dal prototipo utilizzato da Caronti. Quello era una specie di aquilone più che un deltaplano, efficienza quasi inesistente contro la possibilità di reggersi in aria per centinaia di chilometri dei deltaplani di oggi a velocità che in picchiata possono sfiorare i 200 km/h. Il tutto sfruttando le masse d’aria ascensionali, dette termiche, prodotte dall’irraggiamento solare del suolo, il “motore” più ecologico che si possa immaginare.

Il sito del Monte Cucco, sopra Sigillo (Perugia), è per questa disciplina tra i più generosi in un paese come l’Italia che conta dorsali montuose dove si generano condizioni ottimali per il volo libero come da nessun’altra parte. Infatti ha già ospitato quattro edizioni dei campionati europei e tre dei mondiali.

Quest’anno dal 10 al 23 luglio la competizione ufficiale riconosciuta dallaFAI (Federazione Aeronautica Internazionale) si dipanerà in un ampio territorio che dall’Umbria lambirà anche Toscana e Marche. Le giornate di gara saranno dieci con altrettanti percorsi che i piloti dovranno chiudere nel minor tempo possibile. La somma dei risultati dei singoli voli, o di quelli che la meteo consentirà di eseguire, daranno le classifiche finali a squadre e individuali. La nazionale italiana si presenta come detentrice in contemporanea dei titoli europeo e mondiale che ha vinto rispettivamente quattro e dieci volte.

Un ricco programma di eventi e spettacoli, dal titolo “Notti in Volo”, accompagnerà per l’intera durata la manifestazione alla quale si legano.

Gustavo Vitali - Ufficio StampaFIVL

Associazione Nazionale Italiana Volo Libero (registro CONI n. 46578)

il volo in deltaplano e parapendio - 335 5852431 - skype: gustavo.vitali

 

per informazioni sul Campionato Europeo di deltaplano addetta stampa

Barbara Valla -press (AT) italy2020.eu - +39 333 725 0625 -sito ufficiale - sito CIVL

Tutti icomunicati stampa FIVL -foto di repertorio

Europei day 7: è il turno di Christian Ciech

Tra le mille positive per i nostri colori, una cosa davvero dispiace di questa settima giornata di gara del 21° Campionato Europeo di deltaplano : lo scivolone di Marco Laurenzi che non ha chiuso il percorso odierno di 152,7 km. Purtroppo si è fermato dopo 85 km e questo la ha escluso dai primi dieci nella classifica individuale provvisoria. Giusto ieri aveva vinto la tappa e si era attestato al secondo posto. Ora dovrà risalire la china dall’11°, ma è anche un pilota caparbio e ha tutti i titoli per farcela. Forza Marco!

Per il resto che dire? Come recita il proverbio, “se non è zuppa, è pan bagnato”, nel senso che se non vincono Ploner, o Laurenzi, lo fa Ciech e intanto l’Italia prende il largo lasciando la Germania indietro di ben 1719 punti. Se sono tanti o pochi, se i tedeschi potranno recuperare o meno la mia sfera di cristallo non me lo sa dire, però sono ottimista.

Orine d’arrivo della settima task: Christian Ciechin poco meno di 3 ore e mezza, Petr Polach (Repubblica Ceca) dopo circa dieci minuti, Alex Ploner, Franz Herrmann (Svizzera), Grant Crossingham (Regno Unito), Pedro L. Garcia (Stati Uniti)*, Roland Wöhrle (Germania).

Classifica provvisoria individuale:

  1. Alessandro Ploner (Italia)
  2. Christian Ciech (Italia)
  3. Primoz Gricar (Germania)
  4. Grant Crossingham (Regno Unito)
  5. Dan Vyhnalik, (Repubblica Ceca)
  6. Filippo Oppici (Italia)
  7. Lorenzo De Grandis (Italia)

Classifica provvisoria per nazioni:

  1. Italia punti 19664
  2. Germania punti 17945
  3. Repubblica Ceca punti 17059
  4. Regno Unito punti 16005
  5. Austria punti 15986
  6. Australia* punti 15871
  7. Svizzera punti 15666
  8. Francia punti 15632

I voli sono visibili in diretta grazie al live tracking di Flymaster: collegarsi a questo link. Foto del CT Flavio Tebaldi

Nel frattempo continuano gli eventi collaterali promossi dall’amministrazione comunale di Sigillo tramiteSigillo, Notti in Volo”, un ambizioso e ricco corollario di appuntamenti che stanno vivacizzando tutta la cittadina e richiamando pubblico di ogni tipo. Si può scegliere tra concerti, mostre, laboratori artigianali, teatro e altro ancora. Per esempio giovedì 21 luglio alle ore 21 Villa Anita ospiterà “Cimini, karaoke tour”, a cura di Suoni Controvento.

La giornata successiva sarà all’insegna della musica sotto l’organizzazione di Progetto Insieme. Dalle 17 piazza Severini e piazza Martiri ospiteranno gruppi locali che si esibiranno dal vivo. Dalle ore 21 il Parco Villa Anita sarà invaso dalle note delle band “Melodic Trio”, il Modern Choir “Be Bop Chorus” e gli Achtung Babies.

Grazie a voi e stay tuned!

Gustavo Vitali, u.s. FIVL

* al 21° Campionato Europeo di deltaplano sono ammessi anche squadre e piloti di altri continenti che, ovviamente, non concorreranno alla conquista del titolo. Si sono iscritti dall’Australia, Giappone, Stati Uniti, Brasile e Israele, quest’ultimo considerato paese europeo.

europei delta 2022 delta vola task 2a 750px

 

 

Europei deltaplano, task 5: vince Jon, ma l’Italia e Alex consolidano il vantaggio.

Ieri il Campionato Europeo di deltaplano in corso al Monte Cucco ha osservato una giornata di tregua e non perché era il 17! Cosicché anche i superstiziosi si saranno fatti una ragione del perché la meteo ieri ha proposto una giornata non volabile.

Oggi si riprende con una tappa più “normale” rispetto ai 170 e 200 km delle ultime due: “solo” 110. Tuttavia, prima di passare ai risultati di giornata, invito caldamente chi ci segue a guardare il le bellissime immagini che fanno da sfondo all’intervista a Flavio Tebaldi, capo squadra della nostra nazionale e organizzatore dell’evento. Se poi anche Flavio è bello o meno, stabilitelo voi! Di certo lo sono state le sue parole. Lo trovate scorrendo la pagina facebook ufficialedell’evento.

Un’altra cosa: chi va a visitare Sigillo (Perugia) in questi giorni, troverà molte manifestazioni di contorno al campionato, soprattutto musicali, ma anche presentazione di libri, proiezioni, mostre fotografiche e altro ancora. Ne segnalo una su tutte per la sua originalità: "Arte in Volo a Sigillo". Si è trattato di un laboratorio di ceramica per grandi e piccini che si è svolto a Villa Anita. Trovate un video con la raccolta delle foto realizzate dagli stessi piccoli e grandi artisti scorrendo la stessa pagina facebook di cui sopra. E, se avete pazienza, lavorando di rotella sul mouse vedrete altri video molto ben fatti.

Quindi 110 km è stato il percorso della quinta task di questo campionato che per ora ha sempre goduto dei migliori auspici come tempo e di uno staff organizzatore all’altezza del compito.

È l’australiano Jon Durand* (nella foto sotto) a farcela per primo in 2 ore e 11 minuti volando in media a 46,1 km/h, braccato a una manciata di secondi di distacco dai nostri Christian Ciech e Alessandro Ploner. Seguono Dan Vyhnalik, (Repubblica Ceca), Olav Opsanger (Norvegia), il ciociaro Marco Laurenzi, da due task ottimo terzo in classifica, e l’austriaco Jochen Zeischka. Sempre la solita novantina il numero dei volatori, deltaplano in più, deltaplano in meno.

Nella classifica individuale provvisoria dopo cinque task Alex Ploner si distacca dall’inseguitore Primoz Gricar (Germania) che, dopo la vittoria dell’altro ieri, oggi non è andato oltre il 18° posto. Nel contempo l’Italia, grazie alla buone prove dei suoi piloti, sta prendendo il largo sulla Germania in una graduatoria sostanzialmente invariata rispetto a ieri. Incrociamo le dita di mani e piedi!

Ecco le classifiche provvisorie:

  1. Alessandro Ploner (Italia)
  2. Primoz Gricar (Germania)
  3. Marco Laurenzi (Italia)
  4. Christian Ciech (Italia)
  5. Dan Vyhnalik, (Repubblica Ceca)
  6. Grant Crossingham (Regno Unito)
  7. Jon Durand* (Australia)
  1. Italia
  2. Germania
  3. Repubblica Ceca
  4. Austria
  5. Australia*
  6. Francia
  7. Regno Unito 

Grazie a voi per l’attenzione

Gustavo Vitali, u.s. FIVL

* al 21° Campionato Europeo di deltaplano sono ammessi anche squadre e piloti di altri continenti che, ovviamente, non concorreranno alla conquista del titolo. Si sono iscritti dall’Australia, Giappone, Stati Uniti, Brasile e Israele, quest’ultimo considerato come paese europeo.

 

europei delta 2022 jon durand task 5 750px

Europei deltaplano, task 8: l’austriaco Zeischka davanti agli azzurri  

Oggi al 21° Campionato Europeo di deltaplano su un percorso di 162 km è stato il pilota austriaco Jochen Zeischka (nella foto) il più veloce in 2 ore e 46 minuti volando in media a quasi 57 km/h, la velocità più alta registrata finora nelle otto giornate di volo. Punteggio pieno; 1000 punti! Le giornate di volo possono essere seguite in diretta grazie al live tracking di Flymaster: collegarsi a questo link

Alle sue spalle la solita accoppiata di azzurri, Alessandro Ploner e Christian Ciech che di punti ne prendono una ventina in meno, ma continualo a mantenere la testa della classifica individuale provvisoria, invariata rispetto a ieri per quanto riguarda i primi sette posti. Stranieri tutti gli altri fini al 14° posto di Filippo Oppici. Nell’ordine: gli svizzeri Peter Neuenschwander ed Efranz Herrmann, Arne Tanzer (Olanda) e Petr Polach (Repubblica Ceca). In volo 89 piloti dei quali 73 sono arrivati a meta, segno che direzione di gara e il responsabile meteo Damiano Zanocco sanno fare il loro lavoro. Nella foto sotto del CT Flavio Tebaldi, un deltaplano in volo al Monte Cucco.

Classifica provvisoria individuale:

  1. Alessandro Ploner (Italia)
  2. Christian Ciech (Italia)
  3. Primoz Gricar (Germania)
  4. Grant Crossingham (Regno Unito)
  5. Dan Vyhnalik, (Repubblica Ceca)
  6. Filippo Oppici (Italia)
  7. Lorenzo De Grandis (Italia)

Classifica provvisoria per nazioni:

  1. Italia punti 22495
  2. Germania punti 20542
  3. Repubblica Ceca punti 19746
  4. Austria punti 18752
  5. Regno Unito punti 18534
  6. Svizzera punti 18402
  7. Australia* punti 18316

Attività di contorno inserite nel progetto “Sigillo, Notti in Volo”: come preannunciato, venerdì 22 luglio all’insegna della musica sotto l’organizzazione di Progetto Insieme, in piazza Severini e in piazza Martiri dalle 17 si esibiranno dal vivo gruppi locali. Dalle ore 21 sarà il Parco Villa Anita a ospitale le band “Melodic Trio”, il Modern Choir “Be Bop Chorus” e gli Achtung Babies.

Grazie a voi e forza Italia!

Gustavo Vitali, u.s. FIVL

* al 21° Campionato Europeo di deltaplano sono ammessi anche squadre e piloti di altri continenti che, ovviamente, non concorreranno alla conquista del titolo. Si sono iscritti dall’Australia, Giappone, Stati Uniti, Brasile e Israele, quest’ultimo considerato paese europeo.

 

europei delta 2022 delta vola task 2b 750px

Europei deltaplano: Primoz Gricar (Germania) vince la task 4

La quarta prova del Campionato Europeo di deltaplano si è svolta su un percorso di ben 201 km, una giornata fantastica per il volo libero, come pure la precedente, che ha entusiasmato anche il responsabile delle previsioni meteo Damiano Zanocco.

Dei 93 piloti che hanno preso il volo dal decollo sud del Monte Cucco 34 sono riusciti a chiudere il lungo percorso e rientrare a Sigillo proprio sotto la montagna. Seminati per strada tutti gli altri.

Su tutti vice il tedesco Primoz Gricar (nella foto sotto) a punteggio pieno in 4 ore e 42 minuti, volando a una media di oltre 42 km/h. Ancora una volta secondo il nostro campione del mondo Alessandro Ploner a cinque minuti da Primoz. Seguono lo svizzero Franz Herrmann, gli azzurri Lorenzo De Grandis e Marco Laurenzi, che si installa al terzo posto nella classifica individuale, Peter Siess (Austria) e Joost Eertman (Olanda).

Nella classifica individuale provvisoria dopo quattro voli Gricar ha ridotto il suo distacco dal capolista Ploner a solo 28 punti. Dei primi dieci posti, cinque sono occupati dagli azzurri. Quella a squadre è sempre guidata dall’Italia che raddoppia il suo distacco dalla Germania, al secondo posto, la quale a sua volta consolida il suo distacco dalla Repubblica Ceca, terza.

Classifica individuale:

  1. Alessandro Ploner (Italia)
  2. Primoz Gricar (Germania)
  3. Marco Laurenzi (Italia)
  4. Christian Ciech (Italia)
  5. Dan Vyhnalik, (Repubblica Ceca)
  6. Grant Crossingham (Regno Unito)
  7. Filippo Oppici (Italia)

Classifica a squadre:

  1. Italia
  2. Germania
  3. Repubblica Ceca
  4. Austria
  5. Australia*
  6. Francia
  7. Regno Unito

Domani pare che le previsioni meteo non consentano di volare. Probabilmente si darà un giorno di riposo ai piloti.

Gustavo Vitali, u.s. FIVL

* al 21° Campionato Europeo di deltaplano sono ammessi anche squadre e piloti di altri continenti che, ovviamente, non concorreranno alla conquista del titolo. Si sono iscritti dall’Australia, Giappone, Stati Uniti, Brasile e Israele, quest’ultimo considerato come europeo.

 

europei delta 2022 primoz gricar task 4 750px

L’Italia sta dominando gli Europei di deltaplano

È tutto tricolore il podio, sebbene provvisorio dopo sei giornate di volo, del 21° Campionato Europeo di deltaplano in corso nei cieli dell’Umbria da una settimana. Eccolo:

  1. Alessandro Ploner (Italia)
  2. Marco Laurenzi (Italia)
  3. Christian Ciech (Italia)
  4. Primoz Gricar (Germania)
  5. Grant Crossingham (Regno Unito)
  6. Dan Vyhnalik, (Repubblica Ceca)
  7. Filippo Oppici (Italia)

E non ci dimentichiamo di Lorenzo De Grandis al nono posto, ma in genere tutti gli azzurri stanno dando il meglio di sé.

Resta quasi immutata la classifica provvisoria a squadre dove il vantaggio dei nostri sulla Germania aumenta giorno dopo giorno come l’inflazione: ora i punti di distacco sono quasi 1500, ieri erano 1100. Sicché questo è il listino prezzi odierno:

  1. Italia punti 16991
  2. Germania punti 15527
  3. Repubblica Ceca punti 14498
  4. Austria punti 13949
  5. Francia punti 13836
  6. Regno Unito punti 13740
  7. Australia* punti 13269

Il percorso di gara della task di oggi misurava quasi 135 km sui quali si sono confrontati 92 piloti. L’ha chiuso per primo Christian Ciech, ma il primo posto è andato un tenace Marco Laurenzi grazie ai “leader points”, assegnati secondo quanto tempo un pilota sta in testa alla gara: c’è rimasto di più Marco! Se la mia memoria non fa cilecca, è la prima volta che il ciociaro vince una prova in un campionato europeo o mondiale, ma non ci scommetterei un solo euro anche se come valuta sta messo piuttosto male. Di certo di piazzamenti ne ha parecchi sulle spalle, anche in questo evento.

A fare tutto il giro hanno impiegato 3 ore e 10 minuti circa volando alle media di oltre 40 km/h. Li vediamo esultare in una foto tratta dalla pagina facebook della manifestazione. Nell’altra foto un deltaplano in volo fotografato dal team leader azzurro Flavio Tebaldi.

Di seguito: Walter Mayer (Austria), il nostro Alex Plonerche continua a guidare la classifica, Pedro L. Garcia (Stati Uniti)* e infine altri due italiani, Lorenzo De Grandis e Juri Bressanello. Se consideriamo anche Filippo Oppici al nono posto, possiamo contare ben sei azzurri nei primi dieci posti. I superstiziosi dicono che tenere incrociate le dita ha funzionato, ma ho la vaga sensazione che non sia stato solo quello…

Alla sera, come spettacolo di contorno al campionato, il “Progetto Insieme” patrocinato dal comune di Sigillo, ha proposto una esibizione di equilibriamo e farfalle luminose a tempo di musica a cura della Compagnia Teatrale Accademia Creativa.

Grazie per la sopportazione. A domani

Gustavo Vitali, u.s. FIVL

* al 21° Campionato Europeo di deltaplano sono ammessi anche squadre e piloti di altri continenti che, ovviamente, non concorreranno alla conquista del titolo. Si sono iscritti dall’Australia, Giappone, Stati Uniti, Brasile e Israele, quest’ultimo considerato paese europeo.

europei delta 2022 delta vola task 3 750px

Ploner e l’Italia campioni d’Europa di volo in deltaplano.

Con la nona e ultima task, annullata una decima per maltempo, l’Italia e Alessandro Ploner (nella foto sopra) conquistano i titoli di campioni d’Europa rispettivamente per la terza e sesta volta. Medaglia d’argento a Christian Ciech. In Germania con Primoz Gricar quella di bronzo.

La prova di oggi si è svolta su un percorso di 187 km, un’altra giornatona come solo il Monte Cucco sa dare. A meta 78 degli 86 che hanno spiccato il volo, migliore tra tutti il già citato Primoz Gricar (nella foto sotto a sinistra) che ha chiuso il giro in 2ore e 44 minuti a quasi 67 km/h di media, velocità mai raggiunta nei voli precedenti. A seguire: Joost Eertman (Olanda), l’azzurro Christian Ciech, i francesi Laurent Thevenot e David Gregoire, Franz Herrmann (Svizzera), Olav Opsanger (Norvegia), il campione in carica Alessandro Ploner, Lorenzo De Grandis, Grant Crossingham (Regno Unito).

Questa è la classifica individuale definitiva calcolata sui nove voli validi:

  1. Alessandro Ploner (Italia), medaglia d’oro
  2. Christian Ciech (Italia), medaglia d’argento
  3. Primoz Gricar (Germania), medaglia di bronzo
  4. Grant Crossingham (Regno Unito)
  5. Dan Vyhnalik, (Repubblica Ceca)
  6. Filippo Oppici (Italia)
  7. Lorenzo De Grandis (Italia)
  8. Olav Opsanger (Norvegia)
  9. Jon Durand* (Australia)
  10. Petr Polach (Repubblica Ceca)

Classifica definitiva per nazioni

  1. Italia, medaglia d'oro
  2. Germania, medaglia d'argento
  3. Repubblica Ceca, medaglia di bronzo
  4. Austria
  5. Regno Unito
  6. Svizzera
  7. Francia
  8. Australia*
  9. Olanda
  10. Norvegia

Il team italiano ufficiale era formato da Marco Laurenzi, Alessandro Ploner, Manuel Revelli, Filippo Oppici, Christian Ciech e Davide Guiducci. Team leader Flavio Tebaldi che vediamo nella foto sotto a destra insieme tutti gli italiani presenti all'evento.

Con i complimenti da parte di tutti noi, chiudo con questo ultimo report la cronaca del 21° Campionato Europeo di deltaplano disputato nei cieli della patria del volo libero, il Monte Cucco sopra Sigillo (Perugia), cittadina che ha valorizzato l’evento con numerose manifestazioni collaterali di musica, teatro, esposizioni e altro ancora. Entro breve il comunicato stampa ai media locali e nazionali. 

Gustavo Vitali, u.s. FIVL

* al 21° Campionato Europeo di deltaplano erano ammessi anche squadre e piloti di altri continenti che, ovviamente, non concorreranno alla conquista del titolo. Si sono iscritti dall’Australia, Giappone, Stati Uniti, Brasile e Israele, quest’ultimo considerato paese europeo.

europei delta 2022 primoz gricar task 9 europei delta 2022 italiani gruppo 750px
   

 

Ploner e l’Italia guidano le classifiche provvisorie degli Europei di deltaplano

Nella terza task del Campionato Europeo di deltaplano su un percorso di ben 170 km nei cieli dell’Umbria Alessandro Ploner è arrivato secondo a soli due minuti dallo svizzero Peter Neuenschwander che ci ha impiegato 3 ore e 4 minuti alla velocità media di 53,79 km/h. Punteggio pieno: 1000 punti!

Seguono: Primoz Gricar (Germania), i due azzurri Christian Ciech e Filippo Oppici, l’austriaco Jochen Zeischka e il tedesco Roland Wöhrle.

Grazie alla sua prestazione Alex guida ora la classifica individuale che è la seguente:

  1. Alessandro Ploner (Italia)
  2. Primoz Gricar (Germania)
  3. Grant Crossingham (Regno Unito)
  4. Dan Vyhnalik, (Repubblica Ceca)
  5. Christian Ciech (Italia)
  6. Filippo Oppici (Italia)
  7. Jochen Zeischka (Austria)

Grazie alle prestazioni degli azzurri (ce ne sono ben quattro nei primi dieci) aumenta il distacco della nostra nazionale su Germania e Repubblica, nell’ordine seconda e terza.

A corredo una foto del CT del team Italia, Flavio Tebaldi. Qui altre sue foto della terza giornata.

Gustavo Vitali, u.s. FIVL

Ploner nella task 2 Europei deltaplano e l’Italia passa in testa

Dopo un percorso di oltre 118 km, è il campione del mondo Alex Ploner, su 92 volatori, a presentarsi per primo al goal nella seconda task del Campionato Europeo di deltaplano al Monte Cucco sopra Sigillo in Umbria. Ci ha impiegato 2 ore e 49 minuti alla velocità media di 41 km/h.

Dopo Alex il pilota tedesco Primoz Gricar e poi il nostro Vanni Accattoli. Segue una coppia di piloti della Repubblica Ceca, Petr Polach e Dan Vyhnalik. Sesto Grant Crossingham, Regno Unito, davanti agli azzurri Christian Ciech e Lorenzo De Grandis,

Alla luce di questi eventi, le classifiche generali individuali e a squadre dopo due task sono le seguenti:

  1. Grant Crossingham (Regno Unito)
  2. Alessandro Ploner (Italia)
  3. Dan Vyhnalik, (Repubblica Ceca)
  4. Lorenzo De Grandis (Italia)
  5. Primoz Gricar (Germania)
  6. Marco Laurenzi (Italia)
  7. Vanni Accattoli (Italia)

Italia, Repubblica Ceca, Germania

Gustavo Vitali, u.s. FIVL

Prima giornata di gara al Campionato Europeo di deltaplano

L’apertura del Campionato Europeo di deltaplano al Monte Cucco in Umbria è avvenuta con la tradizionale sfilata dei piloti nelle vie di Sigillo (Perugia), presenti le autorità pubbliche, fino alla piazza principale dove era stato allestito un palco. Trovate i video scorrendo i post in questa pagina insieme a numerose fotografie.

Espletate le formalità di rito, il giorno 12 luglio è seguita una task di prova in vista delle gare ufficiali per permettere ai piloti di allenarsi e testare in territorio. Il migliore è stato il giapponese Akira Nagusa.

Ieri, 13 luglio, la prima task su un percorso di 91 km è stata vinta dal francese David Gregoire in poco meno di due ore alla velocità media di 47 km/h. Alle sue spalle nell’ordine: Jon Durand (Australia), Grant Crossingham (Regno Unito) e il nostro Lorenzo De Grandis a soli quattro minuti dal vincitore. Quinto Dan Vyhnalik della Repubblica Ceca, seguito da Marco Laurenzi.Novanta i piloti in volo.

Classifica a squadre: Australia, Italia, Germania.

Tutti i risultati a questo link, sito CIVL

Il team italiano ufficiale è formato da Marco Laurenzi, Alessandro Ploner, Manuel Revelli, Filippo Oppici, Christian Ciech e Davide Guiducci.

Gustavo Vitali, u.s. FIVL

Prossimi appuntamenti di volo in deltaplano e parapendio

L’Italian Paragliding Open 2022, ovvero il campionato italiano di volo in parapendio, terrà banco dal 6 all’11 giugno nei cieli del Monte Avena sopra Feltre (Belluno).

Una volta al giorno i piloti affronteranno percorsi di gara lungo la vallata del Piave tra Feltre e Belluno, in Valsugana fino a Levico Terme e anche nella zona della pedemontana tra Bassano del Grappa e Vittorio Veneto. Tutto dipenderà dalla meteo alla quale il volo libero, cioè senza motore, sia in parapendio come in deltaplano è fortemente ancorato.

Il sito prescelto ha già ospitato i mondiali del 2017, un successo passato alla storia per record di nazioni presenti, pubblico numeroso e organizzazione efficiente, il Para&Delta Club Feltre e l’Aeroclub Feltre, la stessa che si occuperà di questo nuovo evento. La competizione è aperta anche ai piloti stranieri che voleranno solo per la conquista del 37° Trofeo Internazionale Guarnieri, quelli nostrani soprattutto per il titolo di campione d’Italia maschile e femminile.

Le giornate del 4 e del 5 sono destinate ai voli di prova, mentre il 3 giugno si terrà la conferenza stampa di presentazione presso il centro operativo nel comune di Pedavena, località Boscherai.

A seguire dal 25 luglio al 6 agosto la nazionale di parapendio, già campione del mondo nel 2019 a squadre e individuale, sarà impegnata a Nis in Serbia per il campionato europeo. Lo ha già vinto nel 2004 e nel 2010.

La nazionale italiana di deltaplano, attuale campione del mondo ed europeo in carica, affronterà avversari di tutto rispetto nei cieli del Monte Cucco sopra Sigillo (Perugia) dal 10 al 23 luglio. In condizioni di meteo favorevoli i percorsi di gara dall’Umbria lambiranno anche la Toscana e le Marche. Il sito, che ha già ospitato diverse edizioni di campionati mondiali ed europei, è considerato la culla del volo in deltaplano, tra i più generosi in un paese come l’Italia che conta dorsali montuose dove si generano condizioni ottimali per il volo libero come da nessuna altra parte.

Invece Il campionato italiano di deltaplano sarà congiunto alla manifestazione Spring Meeting – Trofeo Friuli Venezia Giulia che si svolgerà a Travesio (Pordenone) dal 23 al 28 agosto. Come da tradizione la formula open consente l’accesso anche ai piloti stranieri per la conquista del trofeo.

Grande partecipazione ai campionati regionali a partire dal Campionato Triveneto, giunto quest’anno alla 28.a edizione. Dopo l’annullamento dei primi due appuntamenti di aprile causa il maltempo, ben 99 piloti di deltaplano e parapendio si sono ritrovati a Gemona (Udine). Nelle diverse categorie hanno vinto Federico Boschiero, Valter Zigante, Walter Scherlin, Stefano Giongo e Valentino Bau, già pilota della nazionale italiana di deltaplano.

Per il CRO (Campionato Regioni Occidentali) a Santa Elisabetta (Torino) si sono ritrovati 80 piloti di parapendio. Nelle varie categorie sono risultati vincitori Michela Brudaglia, Amanda Koch, Igor Mangili, Ionut Ulici e Diego Ardissone. Una seconda tappa prevista a Cavallaria ha dovuto essere rinviata a metà giugno causa maltempo.

Il CA.R.T.ER., Campionato Regionale Toscana ed Emilia Romagna sta scaldando i motori. Il primo appuntamento è previsto per il 28 maggio al Monte Pizzo sopra Bologna. Seguiranno quelli di Sestola (Modena) e Monte Caio in provincia di Parma.

Gustavo Vitali - Ufficio Stampa FIVL 

Associazione Nazionale Italiana Volo Libero (registro CONI n. 46578) - il volo in deltaplano e parapendio - 335 5852431 - skype: gustavo.vitali

immagini di libero utilizzo

per informazioni sul Campionato Italiano di parapendio, addetta stampa

Alessia Dall’Ò– alessiadallocomunicazione (AT) gmail.com – 349 4561982 - sitoufficialeclassifiche - guarnieritrophy(AT)gmail.com

per informazioni sul Campionato Europeo di deltaplano, addetta stampa

Barbara Valla -press (AT) italy2020.eu - +39 333 725 0625 – sito ufficialesito CIVL

per informazioni sul Campionato Italiano di deltaplano – Spring Meeting

info (AT) flyve.it - 349 644 3947 - sito ufficiale - pagina facebook

Tutti i comunicati stampa FIVL

parapendio gruppo

 

Volo in deltaplano: Italia e Alessandro Ploner campioni d’Europa

Comunicato stampa - Continua la serie positiva di titoli internazionali vinti dal team azzurro di volo libero in deltaplano.

Dopo i dieci mondiali, l'ultimo nel 2019, quest’anno è stata la volta del sesto titolo europeo vinto dopo nove entusiasmanti giornate di volo nei cieli del Monte Cucco sopra Sigillo in Umbria. Una decima task è stata annullata per meteo avversa. Due settimane fantastiche per il volo senza motore che si regge sulle correnti d’aria ascensionali e che hanno sorpreso anche il responsabile delle previsioni meteo, il vicentino Damiamo Zanocco.

Il team italiano ufficiale, formato da Marco Laurenzi, Alessandro Ploner, Manuel Revelli, Filippo Oppici, Christian Ciech e Davide Guiducci. (foto in alto) sotto la guida del varesino Flavio Tebaldi, ha condotto il campionato fin dalle prime battute, aumentando il vantaggio giorno dopo giorno fino a rendere incolmabile il divario sulla Germania, seconda classificata. Medaglia di bronzo per la Repubblica Ceca. Seguono Austria, Regno Unito, Svizzera e Francia.

Il titolo individuale è toccato per la terza volta al pilota bolzanino di San Cassiano Alessandro Ploner, già campione del mondo in carica, titolo questo vinto in passato ben cinque volte. Ha preso il comando della gara il terzo giorno e non l’ha più mollato fino alla fine, supportato dal collega Christian Ciech, trentino trapiantato nel varesotto, medaglia d’argento da aggiungere al titolo europeo vinto nel 2016 e a tre mondiali.

A superare gli italiani ci hanno provato prima il britannico Grant Crossingham, alla fine quarto davanti a Dan Vyhnalik, (Repubblica Ceca), e poi Primoz Gricar, pilota d’origine ceca, ma con passaporto tedesco. Sua la medaglia di bronzo (foto in basso). Ci ha provato anche il ciociaro Marco Laurenzi, arrivando a occupare il secondo posto prima di essere risucchiato oltre il decimo. Buone le prestazioni di Filippo Oppici di Parma e, fuori dalla rosa nazionale, di Lorenzo De Grandis di Caronno Varesino, rispettivamente sesto e settimo.

All'evento hanno partecipato 22 nazioni per un totale di 93 piloti che si sono confrontati su percorsi tra i 91 e i 201 km, spaziando anche nei cieli delle Marche, oltre a quelli dell’Umbria. Eccellente l’organizzazione affidata a Volo Libero Monte Cucco e Aero Club Lega Piloti sotto l’egida della FAI, Fédération Aéronautique Internationale, e dell’Aero Club d’Italia.

Gustavo Vitali - Ufficio Stampa FIVL

Associazione Nazionale Italiana Volo Libero (registro CONI n. 46578)

il volo in deltaplano e parapendio - 335 5852431 - skype: gustavo.vitali

Immaginidi libero utilizzo - la pagina facebook degli europei con bellissimi VIDEO

per informazioni sul Campionato Europeo di deltaplano contattare

Flavio Tebaldi - flafly63 (AT) gmail.com - flavio (AT) italy2020.eu - 339 3472910 - sito ufficiale risultati sito CIVL

Tutti i comunicati stampa FIVL - foto di repertorio

europei delta 2022 podio individuale

EHPU-Logo

Membro Fondatore dell'unione Europea di Volo Libero
Co-Founder Member of European Hangliding and Paragliding Union

ASD FIVL- Associazione Nazionale Italiana Volo Libero
Il volo in deltaplano e parapendio (registro CONI n. 46578)

Via Salbertrand, 50 - 10146 Torino 
Tel. +39 011 744 991 - Fax +39 011 752 846
Email: fivl@fivl.it
P.Iva 10412570011

ORARI SEGRETERIA 8.15-12.15/13-17