FIVL - Associazione Nazionale Italiana Volo Libero

fivl 2016 9b
HomeHomeUltime da FIVLTariffe assicurative 2015

Vittoria legale sullo statuto AeCI

consiglio statoQuando nel 2013 entrò in vigore l’attuale statuto dell’AeCI,

 

 

 

consiglio statoricorderete che le FSA (Federazioni Sportive Aeronautiche), come la FIVL, furono letteralmente buttate fuori da AeCI.

Contro questo statuto la FIVL fece ricorso al TAR ed ottenne ragione. Ancora a suo favore si pronunciò poi il Consiglio di Stato ed infine, con decreto del giugno 2015, il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Vedi

Apprendiamo che ieri, 12 giugno 2017, il Consiglio di Stato si è nuovamente espresso a nostro favore, come potete leggere di seguito.

L’AeCI non attua il Decreto del Presidente della Repubblica e il Consiglio di Stato, su ricorso della FIVL, ottiene giustizia: se non verrà adeguato lo statuto entro 30 giorni, vi provvederà un Commissario ad acta.
Sul ricorso numero di registro generale 4913 del 2016, proposto da ADS FIVL in persona del legale rappresentante pro tempore, rappresentata e difesa dall'avvocato Isabella Oderda, con sentenza del 12.06.2017

Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale, ordina al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, in persona del Ministro pro tempore, all’Aero Club d’Italia, in persona del presidente pro tempore, al CONI - Comitato Olimpico Nazionale Italiano - e alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, per quanto di competenza, di provvedere a dare esecuzione al Decreto del Presidente della Repubblica Italiana, reso sul ricorso straordinario al Capo dello Stato del 9.6.2015, entro 30 giorni decorrenti dalla comunicazione o notificazione delle presente decisione.

Nomina fin d’ora quale Commissario ad acta, in caso di ulteriore inadempienza, il Direttore Generale per gli Aeroporti ed il Trasporto Aereo presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, con facoltà di delega ad un funzionario di rango dirigenziale della medesima Direzione.
Condanna le parti resistenti, in solido tra loro, al pagamento delle spese della presente fase del giudizio, spese che liquida in complessivi euro 1.500,00, oltre accessori di legge, in favore della parte ricorrente.

Gustavo Vitali, u.s. FIVL

Go to top