FIVL - Associazione Nazionale Italiana Volo Libero

fivl 2016 10
HomeHomeUltime da FIVLCOMUNICAZIONE PER LE SCUOLE

Note Assicurative

CHARIMENTI IN MERITO ALLE NOTE DI ASSICURAZIONE

In questi giorni stanno pervenendo agli assicurati con la convenzione FIVL le note di assicurazione spedite dall’agenzia assicurativa.

Le note hanno un duplice scopo. Lo scopo principale è di adeguarsi alle normative esistenti soprattutto in tema di trasparenza e difesa del consumatore. Lo scopo conseguente è quello di permettere di verificare, a ciascun assicurato, la corrispondenza della combinazione richiesta alla polizza accesa e di fornire all’assicurato stesso un documento che attesti la copertura.

Coloro che non avessero indicato la propria email riceveranno il certificato assicurativo con posta ordinaria.

In merito ai certificati assicurativi, sono sorti alcuni problemi dei quali vi forniamo i dovuti chiarimenti. 

  1)    FRANCHIGIA di € 100,00 sulla RCT pilota. La FIVL non ha mai sottoscritto un contratto che prevedesse tale franchigia per la RCT pilota (la franchigia opera per le scuole, le manifestazioni, le spese mediche e gli infortuni). L’agenzia ha, per errore, inviato un centinaio di certificazioni riportanti tale franchigia. Pertanto se il vostro certificato riporta una franchigia di € 100,00 per RCT è il certificato stesso ad essere errato e non la vostra polizza. I certificati inviati in modo erroneo verranno rispediti senza la previsione della franchigia.

  2)    SPEDIZIONE DEL MODULO. E’ doveroso per la compagnia assicurativa richiedere la conferma con la spedizione dei moduli (copia per l’assicurazione). Non è doveroso per il pilota rispedire effettivamente il modulo. L’assicurazione è comunque valida ed operante e non può essere opposta eccezione di sorta anche in caso di mancata ri-spedizione. Il contratto è pertanto perfettamente concluso ed operante anche senza la ri-spedizione da parte del pilota. Regolatevi come credete.

3)    MODULI 7A e 7B: è una procedura non prevista nel contratto assicurativo e nella convenzione FIVL, ed è il frutto di una decisione della compagnia assicurativa per fare un “di più”. Vale, a maggior ragione, quanto anzi scritto al punto 2). Regolatevi come credete.

Go to top