FIVL - Associazione Nazionale Italiana Volo Libero

fivl 2016 3
HomeHomeUltime da FIVLSTAGE PILOTI E ASPIRANTI PILOTI BIPOSTO (parapendio e deltaplano)

LETTERA APERTA

LETTERA APERTA AL DIRETTORE ED AL PRESIDENTE DELL’AECI IN MERITO ALLA “CESSAZIONE DEL RAPPORTO DI AFFILIAZIONE” CON LE FEDERAZIONI SPORTIVE AERONAUTICHE

A seguito del comunicato dell’AeCI pubblicato in data 20 maggio 2010 , con il quale si è ritenuta “gravemente diffamatoria” la tesi sostenute dalle FSA, pubblicate con comunicato congiunti nei siti delle federazioni (v.si ad esempio www.fivu.it, www.fivl.it ed altri), si evidenzia quanto segue, precisandosi che qualora, nel testo che segue, si farà riferimento alla volontà ed alle determinazioni dell’AeCI, ci si riferirà alla volontà ed alle determinazioni della presidenza e della direzione dello stesso.

L’espressione che concreta grave violazione di quanto previsto dallo Statuto dell’Ente e che esprime, nel contempo, una posizione che esplicita la volontà gratuita di frantumare il patrimonio delle Federazioni Sportive Aeronautiche è costituita dalla seguente frase: “Le FSA hanno e debbono esercitare, solo un mero ruolo di natura tecnica sportiva di supporto all’intera attività sportiva agonistica”.

Al fine di meglio inquadrare la problematica appare doverosa una premessa di tipo linguistico lessicale. Diversamente il rischio di incomprensioni è elevato. Chi vola è abituato ad utilizzare le parole ed i vocaboli in modo preciso, poiché ben sa che un ambiguo uso del linguaggio può portare a gravi incidenti, come nel caso di specie. Nel comunicato dell’AeCI si gioca infatti con i termini, attribuendo ad essi un significato falso e strumentale. Si impone infatti di riflettere sulla differenza tra due espressioni apparentemente simili, ma tra loro profondamente diverse: “attività sportiva agonistica” ed “attività sportiva”.

L’attività sportiva “agonistica” è quell’attività funzionale alla partecipazione e/o all’organizzazione di competizioni, nonché tutta l’attività funzionale al “conseguimento di prestazioni sportive di un certo livello.

Si impone di chiederci, di contro, il significato di “attività sportiva” tout court. Lo sport è l'insieme di quelle attività, fisiche e mentali, compiute al fine di migliorare e mantenere in buona condizione l'intero apparato psico-fisico umano e di intrattenere chi le pratica o chi ne è spettatore. Il termine “Sport” è intraducibile in italiano, ma tutti sanno che trae origine dal francese “deport” (divertimento, svago), vocabolo che trova perfetta corrispondenza, nel mondo del volo, con il termine “diporto”, con il quale condivide la radice e da cui è derivata la nota definizione V.D.S. (volo da diporto o sportivo).

Svolta questa doverosa premessa linguistica, ci si deve conseguentemente chiedere se le FSA svolgono attività sportiva o attività agonistica. Se esse fossero deputate ad un mero ruolo di supporto tecnico agonistico, nulla quaestio. Tuttavia ciò palesemente è falso, poiché nello statuto dello stesso AeCI, si legge, all’art. 12 che “Per ogni specialità sportiva aeronautica, prevista dal presente Statuto, può essere federata all’AeCI una sola FSA, “avente per scopo l'esercizio dell'attività sportiva ed agonistica” del particolare settore di competenza ….

In claris non fit interpretatio: lo Statuto intende affermare che le FSA svolgono l’esercizio sia dell’attività sportiva che di quella agonistica. Diversamente non si riuscirebbe a comprendere il motivo per cui è stata inserita la congiunzione “ed” tra i due termini.

Ma c’è di più, nello statuto tipo delle FSA, deliberato dall’AeCI e suggerito (o, meglio, imposto) alle FSA, il termine “agonismo” non compare affatto. Basti leggere il testo dei primi due articoli, che si citano:

Art. 1: “La Federazione Sportiva Aeronautica (FSA) raggruppa in rapporto federativo gli Aero Club e le altre associazioni affiliate che esercitano attività sportiva in una delle specialità di cui all'art. 6, comma 1 , n. 1, dello Statuto dell'Aero Club d'Italia (AeCI), in conformità al disposto dell'art. 15 del medesimo Statuto dell'AeCI.”

Art. 2: “La FSA è Ente di diritto privato e ha lo scopo di svolgere, senza fini di lucro, le attività sportive aeronautiche. … Alla FSA si applicano gli artt. da 12 a 17 dello Statuto dell’Aero Club d’Italia”.

Ebbene, appare chiaro che l’espressione “agonismo” non è nemmeno stata scritta negli statuti delle FSA, stante che in dette norme viene fatto riferimento esclusivamente ad “attività sportiva” tout court.

Ciò posto, entriamo direttamente nel merito delle questioni. Emerge con cristallina chiarezza la strumentalità interpretativa con la quale l’attuale presidenza e direzione dell’AeCI, in aperto contrasto con il suo stesso Statuto, intende ridimensionare illegittimamente il ruolo delle FSA, svuotandolo del suo nucleo centrale. Anzi, come vedremo in seguito, la decisione è quella di distruggere le FSA, facendole apparire come associazioni prive di scopo. Tale decisione si fonda su uno stravagante modo di leggere lo Statuto, unitamente alla volontà di nascondere la realtà, costituita dal concreto operato delle Federazioni.

L’AeCI afferma di non aver interferito con una autonoma decisione del CONI in merito alla cancellazione delle FSA dal Registro Speciale. Si tratta di una menzogna certificata da documenti.

Alle FSA è pervenuta infatti una comunicazione del CONI che testualmente recita: “La informiamo che l’associazione da Lei presieduta ed affiliata alla Federazione Sportiva Nazionale AeCI, è stata cancellata dal Registro Nazionale in quanto l’organismo medesimo ci ha comunicato, in data11/05/2010 la cessazione del rapporto di affiliazione”.

Il dato essenziale, provato documentalmente, è che l’AeCI ha revocato il rapporto di affiliazione delle FSA, lo ha fatto con decisione propria e unilaterale, peraltro senza nemmeno investire della questione il Consiglio Federale. Il CONI, infatti scrive espressamente che si tratta di una iniziativa la cui paternità è attribuibile all’AeCI. Non solo, il CONI, implicitamente da atto che, in data anteriore all’11.05.2010, le FSA erano affiliate all’AeCI (diversamente non avrebbe fatto cenno alla “cessazione del rapporto di affiliazione”.

Chi mente dunque, il CONI o l’AeCI?

Lo Statuto, all’art. 15 recita: Alle Federazioni Sportive Aeronautiche possono affiliarsi gli Aero Club e le altre Associazioni che esercitino una delle attività aviatorie previste dal precedente art. 6. A propria volta, l’art. 6 dello statuto afferma che le “Federazioni Sportive Aeronautiche federate (FSA)” sono comprendenti le Associazioni che, senza fini di lucro, svolgono attività nel campo degli sport aeronautici di cui al precedente punto 1”.

Qualcuno dovrà pur spiegare che senso avrebbero dette norme statutarie se non venisse riconosciuto rapporto di affiliazione alcuno. Ma c’è di più, lo Statuto Tipo delle FSA emanato dall’AeCI prevede che (art. 28) Le Associazioni che intendono affiliarsi alla FSA sono Enti di diritto privato, debbono possedere i requisiti di cui all’art. 15 dello Statuto dell’AeCI e debbono dotarsi di ordinamenti che non contrasti con il medesimo Statuto dell’AeCI, con lo Statuto tipo degli Aero Club locali e con lo Statuto tipo delle FSA.

Risulta pertanto di ovvia e facile comprensione che

1)Lo statuto dell’AeCI riconosce che alle FSA possono affiliarsi associazioni;

2)Lo statuto riconosce che le FSA svolgono “attività sportiva” senza fini di lucro;

3)Lo statuto detta le condizioni che debbono possedere le FSA e le associazioni ad esse aderenti per essere affiliate.

Ancora una volta, negare un rapporto di affiliazione delle FSA è operazione che non ha senso alcuno se confrontata con le norme statutarie.

L’AeCI, lungi dal voler difendere il movimento sportivo delle FSA, ha invece preso carta e penna ed ha scritto, de plano, al CONI che “le Federazioni Sportive Aeronautiche non svolgono direttamente attività sportiva dilettantistica”. Si tratta di una sciocchezza, scritta in evidente mala fede. Come poi tale interpretazione possa accordarsi con lo Statuto dell’Ente, appare un vero mistero, atteso che nello Statuto medesimo è scritto che: “Per ogni specialità sportiva aeronautica, prevista dal presente Statuto, può essere federata all’AeCI una sola FSA, avente per scopo l'esercizio dell'attività sportiva ed agonistica” (art. 12 dello Statuto)

Se, pertanto, le FSA hanno la loro essenza nell’esercizio dell’attività sportiva, come può affermarsi che le stesse “non svolgono direttamente attività sportiva”? La risposta è alquanto semplice: nessuno potrebbe affermare un’amenità del genere!

Ed invero, è un dato di fatto che le FSA organizzano direttamente le attività sportive, la promozione dello sport ed erogano servizi sportivi nei confronti dei loro associati. Esempi se ne possono citare con vasta profusione (v.si elenco in calce).

Rimane lo sconforto nel considerare come l’Ente si sia mosso senza convocare le Federazioni per esplicitare eventuali problemi e cercare le soluzioni del caso, questo in totale spregio dei più normali rapporti tra Ente e i suoi organi statutari.

Lo sconforto maggiore, tuttavia, è quello di assistere alla volontà di azzerare un patrimonio inestimabile che per decenni ha contributo in modo determinante alla crescita della cultura aeronautica e sportiva italiana, implementando la sicurezza volo, la cultura e la promozione del volo, e conseguendo risultati di straordinario valore sportivo quali i numerosi successi nei campionati mondiali ed europei di specialità. Allorchè AeCI afferma che “l’Aero Club d’Italia ha sempre con impegno e massima attenzione incentivato lo sviluppo del mondo sportivo aeronautico in Italia”, potremmo replicare senza timore di essere smentiti che anche le FSA lo fanno, lo hanno sempre fatto, con maggiore efficacia, elasticità e concretezza. Ovviamente ciascuno nel rispetto del proprio ruolo e modus operandi. Il tentativo da parte degli Enti Pubblici di incorporare e fare proprio l’operato delle associazioni e società private è un vizio italiano che storicamente ha sempre portato ai risultati che ognuno ben conosce.

A fronte di quanto sopra esposto, si invita l’AeCI a rivedere la propria posizione e ad attivarsi per il riconoscimento delle FSA e delle associazioni sportive ad esse affiliate.

FIAM (aeromodellismo)

FITA (volo aerostatico)

F-CAP (apparecchi amatoriali e storici)

FIPAS (paracadutismo sportivo)

FIVV (volo a vela - alianti)

FIVL (volo libero deltaplano e parapendio)

FIVU (volo ultraleggero)

FSIVA(volo acrobatico)

Si ricorda che la FSA tra gli altri, svolge le seguenti attività sportive:

SICUREZZA: promuove la sicurezza del volo raccogliendo dati per trarre informazioni a vantaggio di ciascun pilota.

Studia gli incidenti e gli inconvenienti di volo, valuta le cause e divulga consigli, criteri, procedure per evitare che essi si ripetano;

Si coordina con le scuole di volo per segnalare carenze, sviluppi del settore, nuove esigenze formative, arre di miglioramento didattico pre e post attestato;

Studia lo human factor nella sua specifica attività divulgando quanto può essere utile all’evitare incidenti e nol contempo migliorando le performance dei piloti;

Studia i materiali, vigila sugli stessi e diffonde comunicati od avvisi di sicurezza a tutti i piloti non appena si verifica l’esistenza di una problematica che potrebbe portare ad un inconveniente;

Si coordina a livello europeo con le altre federazioni, traducendo i comunicati di sicurezza diffusi all’estero;

Partecipa al Safety and Training Committee europeo di tutte le federazioni (che si riunisce una volta l’anno e si tiene costantemente in contatto) per elevare gli standard didattici e di sicurezza in tutti I paesi europei;

Collabora con importatori e produttori per il miglioramento dei prodotti e degli standards;

Diffonde a riunioni, aggiornamenti ecc. la cultura della sicurezza del volo nel suo ambito specifico, pubblicando articoli nelle riviste. Diffonde un rapporto annuale all’agenzia italiana per la sicurezza volo (ANSV).

SPORT: promuove lo sport del volo, gare, manifestazioni e campionati a livello italiano, regionale e mondiale

Organizza le squadre nazionali che partecipano ai campionati mondiali ed europei;

Organizza circuiti gare in Italia;

Organizza i calendari sportivi;

Tiene rapporti con i vari comitati organizzatori (FAI, PWC, Regionali ecc)

Eleva il livello tecnico dei piloti e lo diffonde alle categorie minori;

Organizza manifestazioni che costituiscono non solo un punto di confronto, ma di scambio tecnico e di amicizia tra i piloti;

Diffonde la cultura dello sport, il fair play e le regole;

Prepara ed adotta regolamenti, giudici di gara, scorekeeppers, fornisce l’organizzazione delle gare;

Promuove la sicurezza nelle gare;

Partecipa alla CCSA;

Razionalizza le risorse economiche al fine di finanziare le squadre nazionali, i giovani promettenti e promuovere la crescita dei talenti;

Si confronta nei programmi con i team leaders dalla stessa nominati;

Risolve i problemi di carattere pratico per l’organizzazione delle manifestazioni;

Collabora per la richiesta di NOTAM per permettere la realizzazione delle gare;

Gestisce il sito “Lega Piloti” e il sito “delta” per la pubblicazione di classifiche, risultati, calendari, notizie dedicate ai competitori;

Forma ed aggiorna i rankings dei piloti e le classifiche;

Migliora i software sui punteggi gara;

Si occupa di gestire (e pagare) l’XContest Italia e i vari sottogruppi di XContest;

DIDATTICA: promuove la didattica e coordina la stessa ad ogni livello:

Distribuisce standards didattici e di sicurezza nelle scuole;

Tiene corsi di aggiornamento;

Fornisce ausilio nell’organizzazione burocratica;

Diffonde la lista delle scuole abilitate ed indirizza gli aspiranti allievi;

Fornisce un’assicurazione scuole di volo per la tutela degli istruttori;

Si coordina con associazioni di istruttori per promuovere miglioramenti della didattica in un mondo in rapida evoluzione;

Segnala eventuali anomalie e cerca di correggerle relazionandosi con i singoli istruttori;

METEO: La meteo è un elemento fondamentale per la performance e la sicurezza dei voli;

Diffonde la cultura della meteorologia e dell’aerologia;

Diffonde bollettini meteo per il volo (in continua evoluzione con grosse novità per i prossimi mesi);

Diffonde aggiornamenti e articoli dedicati alla meteorologia.

PROMOZIONE: si occupa della promozione del volo in manifestazioni,

Promuove il volo in manifestazioni;

Gestisce un sito internet dedicato alla diffusone del volo;

Si coordina con le scuole per iniziative;

Partecipa a manifestazioni dedicate al volo;

Si relaziona con le amministrazioni locali per la promozione del volo;

DIFESA DI PILOTI E CLUB Si relaziona con le amministrazioni al fine di coadiuvare i club per la difesa degli spazi aerei, di decollo e di atterraggio;

Risolve problemi con le amministrazioni locali relativamente alle aree dedicate al volo;

Partecipa a gruppi di lavoro per la difesa del volo nelle ZPS, relazionandosi con Province, Regioni, ambientalisti ecc.;

Partecipa a commissioni per la redazione dei regolamenti didattici, dei regolamenti sul volo e per la formazione delle nuove norme;

Si coordina con tutte le federazioni FSA italiane per la difesa e la promozione del volo;

Si coordina con tutte le federazioni europee, partecipando, attraverso ad esse all’EAS (Europe Air Sport) che a sua volta partecipa all’EASA (agenzia europea per il volo);

Si coordina con le federazioni europee per la promozione di norme non limitatrici del volo sportivo in Europa e la difesa degli spazi aerei europei;

Si relaziona con L’AeCI;

Partecipa alla CCSA nominandone i membri;

ASSICURAZIONI Fornisce una polizza assicurativa convenzionata ai propri iscritti;

Fornisce i servizi di denuncia di sinistro e aiuta i singoli piloti a relazionarsi con la compagnia assicuratrice;

Discute costantemente con l’assicuratore i miglioramenti delle polizze anche in corso di vigenza delle stesse;

Fornisce a tutti i club, gratuitamente, la copertura assicurativa per gare e manifestazioni, compresa la tutela legale per gli organizzatori;

Dota tutti i piloti, nessuno escluso di polizza di tutela legale;

Fornisce assicurazioni per scuole di volo e piloti bipostisti.

SEGRETERIA Fornisce risposte ai vari quesiti dei piloti club e organizzatori di manifestazioni;

Procede alla raccolta delle assicurazioni e delle denunce di sinistro;

Raccoglie le dichiarazioni assicurative dei club per manifestazioni e gare;

Distribuisce materiale, avvisi, mailing list ai presidenti dei club;

Tiene rapporti con gli sponsors e i fornitori;

Effettua le richiesta tessere FAI gratuite per conto dei piloti;

Distribuisce per i soci le IPPI card;

Fornisce consigli circa la modulistica per attestati, rinnovi, riprese voli, tessere Fai, visite mediche ecc.

Consiglia i club su costituzione associazioni sportive;

Indirizza i contatti esterni (interessati all’attività di volo, giornalisti, sponsors, amministratori pubblici ecc.) ai responsabili della federazione;

Raccoglie gli articoli per la rivista e si relazione con la grafica e la stampa;

Smista corrispondenza e contatti ai consiglieri e presidenti di club;

Tiene aggiornati su leggi e regolamenti;

STAMPA Stampa una rivista di settore per gli associati;

Cura i rapporti con inserzionisti;

Tiene rapporti con riviste straniere (Cross Country Mag ecc.) per traduzione e pubblicazione di articoli tecnici;

Promuove la scrittura di testi su argomenti di interesse;

Pubblica avvisi di sicurezza;

Si occupa del sito internet

Go to top