FIVL - Associazione Nazionale Italiana Volo Libero

fivl 2016 3
HomeHomeUltime da FIVLQuestionario Fivl

Comunicato Importante per i Club

La FIVL, unitamente alle altre federazioni di volo, ha concluso un accordo con l’A.S.C. (Associazione Sportiva Confindustria) per il riconoscimento al CONI dei club (associazioni sportive). L’A.S.D. ci offre il vantaggio di iscrivere gratuitamente ad essa ed al CONI, sino al 2012, ciascun club che aderisce alla FIVL.

Altro vantaggio: tutte le pratiche burocratiche per il riconoscimento verranno evase dall’ASC assieme alla FIVL, evitando non pochi grattacapi burocratici ai singoli club.

Ciò non toglie che i singoli club debbano tuttavia metterci anche una loro parte di impegno.

Nell’iniziare a trattare i dati richiesti per il riconoscimento, ci siamo, infatti, accorti che molti club non sono perfettamente in regola con le normative fiscali, soprattutto per quanto riguarda lo statuto.

Mettiamo pertanto in rete tutte le istruzioni necessarie.

Atteso che l’Agenzia delle Entrate procederà senza dubbio a controlli, è un’occasione d’oro per mettere a posto tutte le nostre associazioni.

Vi chiediamo pertanto e vi preghiamo di fare uno sforzo veramente lieve (del più se ne occuperà la FIVL con l’ASC) per sistemare definitivamente i vostri club.

Luca Basso

Link ai documenti - Fac Simile Statuto - Fac Simile Atto Costitutivo - Modulo per Registro Coni

 

 

IMPORTANTISSIMO PER TUTTI I CLUB

RICOSCIMENTO CONI

 

LEGGERE ATTENTAMENTE

 

Negli ultimi mesi, a seguito della comunicazione di revoca dell’iscrizione al registro CONI delle associazioni sportive (clubs) ci siamo dati molto da fare per trovare un nuovo assetto e rimediare alla difficile situazione creatasi.

 

A seguito di ampia ricerca compiuta in comune dalle Federazioni Sportive Aeronautiche, abbiamo trovato un Ente di Promozione Sportiva cui interessa molto annoverare associazioni sportive di volo. Si tratta dell’A.S.C. (Associazione Sportiva Confindustria) che ci ha offerto di affiliare i nostri club (associazioni sportive) a condizioni particolarmente favorevoli. In buona sostanza ci offrono l’affiliazione gratuita comprensiva del tesseramento altrettanto gratuito di 5 membri del direttivo di ciascun club (ciò vale anche per i club con meno di 10 associati). Inoltre, l’ASC si occuperà, in collaborazione con la FIVL, di svolgere le pratiche burocratiche di registrazione al CONI.

 

 

Che cosa devono fare quindi i club?

Poco, se sono in regola con le normative fiscali riguardanti le associazioni sportive dilettantistiche.

 

Ci siamo tuttavia accorti, elaborando i dati a disposizione della FIVL, che molti club non sono completamente in regola.

 

E’ pertanto giunta l’occasione giusta per tutti i club (associazioni) di regolarizzare le proprie posizioni con pochi e semplici passaggi

(alla parte più complicata pensiamo noi).

 

Lo sforzo è veramente poco e ne vale veramente la pena poiché, attualmente, il fisco sta diventando particolarmente attento nel monitorare le associazioni sportive.

Ad esempio, abbiamo notato che molti club non riportano la dicitura “associazione sportiva dilettantistica” necessaria per poter iscriversi al registro CONI e godere dei vantaggi gestionali e fiscali ed altri hanno statuto ed atto costitutivo non adeguato alla normativa del 2002.

 

Alleghiamo uno statuto tipo, con evidenziate in colore rosso le diciture necessarie ed obbligatorie. Potete sbizzarrirvi se volete a mettere quello che volete, purchè manteniate lo schema e le diciture in rosso. Se qualche club non avesse uno statuto che riporta tali diciture, farà

 

meglio a mettersi in regola immediatamente, anche per il bene di tutto il movimento del volo libero.

 

Consigliamo, invece di modificare lo statuto, una strada più semplice: costituire una associazione ex novo (anche mantenendo il nome delle vecchia) e registrala presso la locale Agenzia delle Entrate.

 

Pertanto, basta fare una riunione del club e formare la nuova associazione ricalcando lo statuto-tipo allegato e l’atto costitutivo allegati. Non ci vuole più di un’ora di lavoro.

Fatto la riunione e lo statuto occorre recarsi all’Agenzia delle Entrate per la registrazione ed il rilascio del codice fiscale (obbligatorio).

 

Successivamente trasmettete in FIVL i dati richiesti nel foglio allegato debitamente compilati (CAMPI DA COMPILARE PER REGISTRO CONI) unitamente alla fotocopia della carta di identità del Presidente della Associazione ed alla copia dell’atto costitutivo e dello statuto. Al resto penseremo noi.

 

Allego anche un ulteriore documento (MEMORANDUM), contenente una lista della documentazione che bisogna conservare in futuro in vista di eventuali controlli da parte dell’Agenzia delle Entrate. Costituirà una sorta di “memorandum” delle cose da fare e da tenere.

 

L’AeCI nella riunione del 10 luglio si è impegnato a rendere “enti aggregati” tutti i club che ne facciano domanda per la modesta somma di € 20,00/annuali. Vedremo se e come ciò sarà possibile. Se così sarà vi daremo tutte le istruzioni necessarie non appena ne avremo notizia. Il nostro Consiglio Direttivo FIVL stabilirà se pagare per tutti i club la somma anzi indicata, senza gravare sulle vostre casse.

 

Per il momento vi preghiamo caldamente pertanto di mettere a posto in tempi brevissimi la vostra associazione, entro il mese di luglio, e di trasmetterci:

ü     atto costitutivo e statuto;

ü     fotocopia carta identità del Presidente dell’Associazione;

ü     dati richiesti;

in modo che da settembre tutto potrà essere perfettamente sistemato.

 

Per chi volesse saperne di più:

 http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/wcm/connect/8f0c3600426dc1cf98359bc065cef0e8/guida_dilettanti.pdf?MOD=AJPERES&CACHEID=8f0c3600426dc1cf98359bc065cef0e8

 

 

Vi ringraziamo della collaborazione

                                                                                  F.I.V.L.

                                                                                  Il Consiglio Federale

 


 

 

COSA E’ OPPORTUNO TENERE PRESSO LE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE

  • Atto costitutivo e statuto in regola con le norme di cui all’art. 90 L.289/2002;
  • Che l’atto costitutivo e lo statuto siano stati registrati all’Agenzia delle Entrate;
  • Documento di affiliazione a federazione o ente di promozione (ci penserà la FIVL a fornirlo)
  • Documento attestante l’avvenuta iscrizione al registro CONI (vi daremo le istruzioni per ottenerlo una volta completata la procedura);
  • Documento di attribuzione codice fiscale (lo si ottiene quando si va a registrare l’associazione all’Agenzia delle Entrate) e della partita IVA
  • Almeno un verbale di assemblea una volta l’anno
  • Almeno un verbale del Consiglio Direttivo una volta l’anno;
  • Tutte le domande di iscrizione dei soci anno per anno;
  • Le lettere di convocazione dell’assemblea dei soci (o le email se fatta in tal modo);
  • I verbali di nomina dei consigli direttivi
  • I libri contabili (solo per le associazioni che devono averli quindi non tutte);
  • la documentazione fiscale degli ultimi 6 anni (fatture, documenti di spesa, rimborsi spese ecc);
  • Lettere di incarico o verbali in caso siano erogati rimborsi spese (es. per trasferte ecc.);
  • Eventuali contratti di affitto, o contratti di lavoro se presenti.
 

 

 

Go to top