Avviso di sicurezza (080711A0): Cordini Liros DC

Avviso di inizio di indagine della FIVL riguardante: Cordini sguainati in Dyneema serie DC di Liros

Gin Gliders ha emesso a Giugno un avviso di sicurezza relativo alle proprie vele che fanno uso di questi cordini:
http://www.fivl.it/index.php/avvisi/avviso-di-sicurezza-080609a0.html

I dati forniti da Gin, confermati da altri laboratori, fanno emergere che i cordini della serie Dyneema DC Liros sarebbero soggetti ad un accorciamento precoce. Le verifiche sino ad ora svolte hanno dimostrato che l'entità dell'accorciamento potrebbe arrivare all'1,5% della lunghezza (con la conseguenza che un cordino lungo un metro di accorcia di 1,5cm).



Risulterebbe, peraltro, da una prima indagine, che l’accorciamento precoce non deriverebbe da un difetto di una partita di cordini forniti alla Gin, ma dalla natura stessa della realizzazione della serie DC Liros (DC 120 e DC 60, per quanto attiene alle verifiche effettuate da Gin su materiali dalla stessa acquistati). Detti cordini sono utilizzati per la costruzione di parte del fascio, oltre che da Gin Gliders, da numerose altre ditte costruttrici di parapendio.

Suddetto accorciamento tende a verificarsi in modo preponderante sulle linee posteriori (meno caricate), ma interessa anche le linee anteriori. Esso potrebbe, di conseguenza, modificare l'assetto di quei modelli di parapendio che utilizzano detti cordini per una porzione significativa del fascio funicolare (ad esempio risulta meno significativo il problema se il DC Liros viene utilizzato solo per la parte terminale del fascio).

Ad oggi l'unica azienda che ha documentato l'esistenza di questo problema su alcuni propri modelli, e si è resa disponibile alla sostituzione delle linee che presentano questo problema, è Gin Gliders.

Allo stato attuale, non abbiamo conferma del fatto che modelli di altre marche che utilizzano lo stesso materiale siano affetti dal medesimo problema. Tuttavia appare ragionevole ipotizzare, attesa la natura della problematica, che l’accorciamento si possa manifestare anche in parapendio di marche diverse da Gin qualora concorrano una serie di fattori, tra i quali segnaliamo: a) una lunghezza significativa delle linee in Liros DC; b) il progetto della vela e del carico delle linee della stessa; c) i materiali di composizione di altre parti del fascio; d) il posizionamento dei cordini in Liros Dc ecc.. Ne consegue che, in linea teorica, alcuni parapendio che montano linee in Liros Dyneema potrebbero essere affetti da significativi accorciamenti del fascio.

Alcuni progettisti ci hanno riferito che, conoscendo già il problema all’origine, in fase di progettazione hanno tenuto conto delle dinamiche note di allungamento ed accorciamento delle varie componenti del fascio combinandole in modo ottimale.

Per tale ragione la FIVL, non appena presa coscienza della problematica si è attivata immediatamente al fine di approfondire e comprenderne esattamente l’entità, confrontandosi anche con DHV e gli importatori. Ciò comporterà tempo. Essendo tuttavia prioritaria la sicurezza dei piloti, si preferisce utilizzare la massima cautela in attesa di raccogliere ulteriori dati. In tale attesa si invitano i piloti di parapendio con porzioni del fascio funicolare in cordini sguainati Liros della serie DC a contattare l’importatore, che certamente sarà in grado di illustrare le caratteristiche del fascio ed eventuali necessità di verifica dello stesso. Peraltro, il problema dell’accorciamento è comunque graduale e non si hanno, allo stato, riscontri di vele di nessuna marca che abbiano manifestato un accorciamento significativo in un periodo minore di mesi 12.

La verifica è invece opportuna per le vele acquistate da oltre un anno e per i modelli che utilizzano detti cordini per una porzione significativa del fascio funicolare (es. se vengono montati sia sulle linee intermedie che in quelle terminali), previa consultazione con l’importatore o con un tecnico del settore.

Invitiamo i piloti che abbiano revisionato la vela o che la porteranno presso un centro per la misurazione a segnalarci eventuali anomalie riscontrate, qualora esse riguardino i problemi anzi evidenziati.

Si ringrazia Gin Gliders per la collaborazione prestata alla FIVL e per la celerità dimostrata nell’evidenziare la problematica e si ringraziano gli importatori e progettisti che ci hanno permesso di compiere una prima valutazione e si sono resi disponibili a portare ogni chiarimento ed a collaborare per le verifiche future.

Di seguito si riporta la traduzione integrale dell'ultimo avviso di sicurezza emesso da DHV su questo tema.



Questo avviso di sicurezza riguarda i seguenti modelli di parapendio della Gin Gliders:

Boomerang Sport M
Boomerang Sport S
Gin Boomerang Sport L
Boomerang Sport XS
Yeti 2008 XS
Yeti 2008 S
Yeti 2008 M
Yeti 2008 L
Yeti 2008 XL

Su alcuni modelli di parapendio Gin Gliders sono state rilevate variazioni nella lunghezza del fascio funicolare che eccedono le tolleranze.

Questo è attribuito all'accorciamento delle linee in Liros Dyneema DC 120.

Questi modelli di parapendio devono essere sottoposti ad una misurazione delle lunghezze del fascio funicolare e le linee il cui accorciamento eccede i margini di tolleranza devono essere adeguatamente ripristinate (mediante allungamento) o sostituite.

Si invitano i proprietari di queste vele a contattare il proprio rivenditore di fiducia o l'importatore per la lavorazione delle vele difettose. Queste vele devono essere revisionate prima del prossimo volo.

Importatore italiano Gin Gliders:
Dolomiti High Fly S. R. L.
Via Strada del Pordoi 11
38032 Canazei
Tel: +39 3386 800304
Fax: +39 0462 601545
info@dolomitihighfly.com
www.dolomitihighfly.com

EHPU-Logo

Membro Fondatore dell'unione Europea di Volo Libero
Co-Founder Member of European Hangliding and Paragliding Union

ASD FIVL- Associazione Nazionale Italiana Volo Libero
Il volo in deltaplano e parapendio (registro CONI n. 46578)

Via Salbertrand, 50 - 10146 Torino 
Tel. +39 011 744 991 - Fax +39 011 752 846
Email: fivl@fivl.it
P.Iva 10412570011

ORARI SEGRETERIA 8.15-12.15/13-17